Lunedì 01 Maggio 2017 - 12:45

Primo maggio, scontri a Torino tra centri sociali e polizia

Lo spezzone sociale voleva raggiungere piazza San Carlo

Primo maggio, scontri al corteo tra centri sociali e polizia

Scontri e tensioni al corteo del primo maggio di Torino. All'imbocco di via Roma il corteo dei centri sociali ha cercato di raggiungere piazza San Carlo dove parlava la segretaria torinese della Cgil Enrica Valfrè. 

La polizia ha bloccato i manifestanti per impedire loro l'accesso in piazza. I dimostranti hanno così tirato uova contro le forze dell'ordine. Secondo quanto si apprende, le forze dell'ordine hanno caricato lo spezzone sociale. La Questura di Torino comunica: "Lo spezzone antagonista, composto da circa 200 persone, ha accelerato e cercato, all'altezza di via Cesare Battisti, di deviare dal percorso autorizzato. La forza pubblica si è frapposta e ha creato uno sbarramento. In testa allo spezzone, una ventina circa di persone travisate e armate di bastone, per tre volte hanno tentato di travolgere gli agenti posti a sbarramento, al fine di raggiungere il luogo dove si teneva il comizio, senza riuscirvi".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Incidente mortale a Petosino

Torino, ubriaco tampona un'auto: muore una ventenne

La ragazza era in auto con la madre e stava uscendo dal parcheggio di un ristorante

Torino, spara alla testa a una donna e poi si uccide

Torino, spara alla testa a una donna e poi si uccide in strada

Secondo le prime ricostruzioni il movente è sentimentale

Valsusa, è uscito dal coma Matteo, il ragazzo travolto dal furgone a Condove

Valsusa, è uscito dal coma il motociclista travolto dal furgone

Nell'incidente morì la sua giovane fidanzata Elisa Ferrero. Il conducente è in carcere con l'accusa di omicidio volontario

'Sei fidanzata con un africano': negoziante rifiuta lavoro a ragazza - Foto tratta dal profilo Facebook della giovane

'Sei fidanzata con un africano': negoziante rifiuta lavoro a ragazza

Dopo il caso di Paolo a Cervia, un nuovo triste episodio a Torino