Domenica 06 Marzo 2016 - 13:30

Primarie Roma, file a gazebo: 20mila votanti alle 11

Le urne nella capitale sono aperte dalle 8 di questa mattina e chiuderanno alle 22

Roma, Primarie PD

File ai gazebo delle Primarie Roma 2016. Sono circa 20mila alle 11.00, secondo le stime, i romani che si sono recati a votare per la scelta del candidato sindaco del centrosinistra. Le urne sono aperte dalle 8 di questa mattina e chiuderanno alle 22. Lo comunica il Comitato organizzatore. Unico inconveniente della giornata al seggio del VI Municipio, dove ignoti durante la notte hanno bloccato la porta del circolo mettendo del silicone nella serratura e imbrattando l'ingresso con dei manifesti, nonostante l'atto vandalico i volontari hanno riaperto il seggio e le operazioni di voto sono riprese regolarmente.

 

 "Voglio ringraziare i millecinquecento volontari che da ieri sera stanno lavorando per far sì che quella di oggi fosse una bella festa della democrazia. Le file ai seggi sono un bel segnale: chi pensava ad una scarsa partecipazione si dovrà ricredere", ha dichiarato Giancarlo D'Alessandro, presidente del Comitato Organizzatore.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Renzi: Vogliamo raddoppiare la 14esima alle pensioni minime

Renzi: Vogliamo raddoppiare la 14esima alle pensioni minime

L'annuncio del premier a 'Quinta Colonna' su Rete4

Referendum, Serracchiani: E' una grandissima prova di democrazia

Referendum, Serracchiani: E' una grandissima prova di democrazia

"Adesso mi auguro che possa iniziare un confronto nel merito" dice la vicesegretaria PD

Referendum, si voterà il prossimo 4 dicembre

Referendum, si voterà il 4 dicembre. Renzi: E' l'ultima occasione per cambiare

La decisione è stata presa questo pomeriggio durante il Consiglio dei Ministri. Bagnasco: Appuntamento importante

L'allarme dei vescovi su migranti e lavoro, Bagnasco denuncia: Serve più Europa

L'allarme dei vescovi su migranti e lavoro: Serve più Europa

" Ue tema la paura dell'altro, non gente disperata". Sul referendum: "Appuntamento importante, informatevi"