Domenica 30 Aprile 2017 - 19:45

Primarie Pd, ai gazebo per scegliere il nuovo segretario: affluenza sfiora 1,5 milioni

Si sfidano Michele Emiliano, Andrea Orlando e Matteo Renzi. Grillo attacca: "Meglio il voto online, non si paga"

I tre candidati

Oggi si tengono le elezioni primarie del Partito democratico con cui si sceglierà il nuovo segretario del partito. Tre i candidati: il segretario uscente Matteo Renzi, il presidente della regione Puglia Michele Emiliano e il ministro della Giustizia Andrea Orlando. I seggi, allestiti soprattutto nelle sezioni locali del Pd e nei gazebo, aprono alle 8 di mattina e chiuderanno alle 20. Possono votare i cittadini italiani che hanno più di 16 anni, i cittadini dell’Unione Europea residenti in Italia e tutte le persone che hanno un permesso di soggiorno.  Per tutti e tre i candidati pesa l'incognita affluenza: il segretario dimissionario Renzi ha dichiarato che un milione di votanti sarebbe un ottimo risultato, anche se la cifra è notevolmente più bassa rispetto al 2013, quando ad andare alle urne furono quasi tre milioni.

Alle 17.00 l'affluenza ai seggi è risultata essere di 1.493.751 cittadini. "Ancora grazie a tutti coloro che hanno partecipato e a quanti fino alle ore 20.00 con il loro voto contribuiranno al successo delle primarie. Ringraziamo ancora una volta gli oltre 80mila volontari che stanno rendendo possibile questo importantissimo evento di partecipazione democratica". Alle 12 l'affluenza era risultata essere di 701.373 cittadini. 

LEGGI ANCHE Grillo difende 'democrazia dei clic': Non vale meno, primarie si pagano

Renzi, che ha votato al seggio di Pontassieve (Firenze) insieme alla moglie Agnese, ha commentato: "È davvero una grande festa per la democrazia. Saranno davvero tantissime le persone che andranno a votare e che sono già andate a votare". Da un lato la gioia per il Pd per avere dato ai cittadini e non agli addetti ai lavori questa opportunità di decidere. Poi, perché no, l'auspicio è che prima o poi questo grande festival della democrazia lo facciano anche gli altri. Non fa male, è un gioco bello che mette al centro l'interesse dei cittadini", ha aggiunto Renzi. 

"Grazie ai volontari che aprono i seggi delle #PrimariePD: comunità generosa e appassionata. Viva la #democrazia", ha scritto su Twitter. 

GUARDA LE FOTO 

Anche il presidente della Puglia, Michele Emiliano, ha espresso il suo voto nel seggio allestito nel circolo Pd di via Zara a Bari invitando "i presidenti di seggio e i membri dei seggi elettorali a sorvegliare attentamente per evitare ogni forma di mercimonio intorno alle elezioni primarie".  A La Spezia, il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha auspicato una buona affluenza al voto.

 

Loading the player...

CHI PUO' VOTARE - Per votare bisogna andare al proprio seggio (che si può cercare sul sito ufficiale delle primarie) con un documento e la tessera elettorale, e versare un contributo minimo di due euro. Fino al 27 aprile era obbligatoria la pre-registrazione sul sito per i giovani tra i 16 e i 18 anni, gli elettori fuori sede – per cui è stata anche attivata una procedura di voto online – e i cittadini Ue residenti in Italia. Tutti gli altri potranno votare presentandosi semplicemente al proprio seggio. Chi abita in zone colpite dal terremoto nel Centro Italia può partecipare alle primarie in seggi speciali allestiti nei centri di accoglienza.

COME SI VOTA - Sarà sufficiente fare una croce sul candidato segretario prescelto: il voto andrà automaticamente a lui e alla lista di delegati a lui collegata.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi