Domenica 07 Febbraio 2016 - 12:45

Milano, il centrosinistra alle primarie: oggi la giornata decisiva

Balzani: Battere centrodestra, Sala: Prima volta che mi sento in ansia. Majorino fiducioso, Iannetta: Partecipazione importante

Francesca Balzani vota alle primarie del centrosinistra

Seconda e ultima giornata di voto per le primarie del centrosinistra: stasera Milano conoscerà il nome del suo candidato. Ieri sono stati 7.750 i milanesi che, sfidando il freddo, hanno deciso di mettersi in coda per esprimere la loro preferenza per il candidato sindaco, scegliendo tra Francesca Balzani, Antonio Iannetta, Pierfrancesco Majorino e Giuseppe Sala.I seggi aperti oggi erano nove, uno per ogni zona di Milano. Si poteva votare al Cam Garibaldi, in corso Garibaldi 27, al circolo Pd Luciano Lama in viale Monza 140, a Zerodue Pd via Eustachi 48, al circolo Pd Romana Calvairate in via Tito Livio 27, al circolo Sel Centopassi in via Barrili 21, alla sede del Pd Porta Genova in via Tortona 10, al circolo Pd Pio La Torre in via Monreale 19, a quello del Pd Monte Stella in via Trenno 41 e al Pd Zara Isola in via Confalonieri 11. Oggi i seggi aumentano, ben 150 in tutta la città - e resteranno aperti dalle 8 di mattina fino alle 20.

Per individuare dove andare a votare, basta digitare il proprio indirizzo sul sito www.primariemilano.it oppure telefonare al numero fisso 02.84232959, e si otterranno indicazioni sul punto più vicino a casa dove esprimere la propria preferenza. Potranno indicare chi vedono bene come candidato in lizza per Palazzo Marino tutti i residenti a Milano dai 16 anni in su. Potranno votare, dunque, anche i cittadini non di nazionalità italiana, con regolare permesso di soggiorno, purché abitino in città.

Loading the player...

 

Novità accolta con grande favore dalle comunità straniere, in particolare dei sudamericani e dai cinesi. In via Paolo Sarpi, infatti, è stato allestito un banchetto informativo che distribuiva materiale elettorale dei quattro candidati e spiegazioni - rigorosamente in mandarino - su dove e in che modo votare. Tra le novità, anche il fatto non sarà necessario, a differenza di 5 anni fa, portare al seggio la tessera elettorale, ma sarà sufficiente presentarsi con un documento valido (passaporto, patente o carta d'identità). Prima di votare, inoltre, i milanesi dovranno sottoscrivere la Carta dei valori del centrosinistra e versare 2 euro per le spese di organizzazione. Unico 'niet' per chi è stato candidato in partiti che sono all'opposizione rispetto alla coalizione di centrosinistra.

 

L'affluenza ieri è  stata alta. Alle 10 del mattino c'era la coda ai seggi di Zona 3 e Zona 1. Al Cam Garibaldi, intorno a mezzogiorno, Giuseppe Sala ha aspettato per circa 40 minuti, e nei momenti di maggiore affluenza si è arrivati anche a un'ora di attesa. Il sindaco Giuliano Pisapia, invece, intorno alle 14.30 ha dovuto affrontare 'appena' una decina di minuti di attesa insieme alla moglie Cinzia Sasso. "Quello che auspicavo, quello per cui mi sono impegnato, quello che ho fortemente voluto, che è un segnale di democrazia e partecipazione - ha detto Pisapia al suo arrivo - è che fossero primarie aperte, partecipate, combattive, anche con qualche episodio piccante, perché questo significa che sono primarie vere, significa dare la parola ai cittadini".

Loading the player...

 

Sala, che come il sindaco ha votato al Cam di corso Garibaldi, ha invece dovuto attendere a lungo prima di entrare nella cabina elettorale. Tempo che è servito al candidato sindaco, accompagnato dalla moglie Dorothy De Rubeis, "per risallassarsi un po'" e stemperare l'ansia della contesa elettorale. Anche per questo ha declinato l'invito dell'ex vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, arrivata una decina di minuti prima di lui, di prendere il suo posto.  Davanti a lui anche una famiglia di cinesi. "Sono anche loro milanesi - è il commento di Sala - A Milano credo che ci sia più del 1 % di immigrati: spero di diventare sindaco e spero alla fine del mio mandato di non chiamarli più immigrati. Sono parte della nostra popolazione".

 

Ad accompagnare Francesca Balzani al seggio nella sede del Pd Porra Romana Calvairate, invece, c'erano il marito e i tre figli. "Oggi iniziamo a votare ed è il momento che aspettavamo - ha commentato al termine del voto - Speriamo che tanti milanesi vadano alle urne per arrivare così al cuore delle primarie, che è il protagonismo dei cittadini". "Devo dire che queste primarie sono state belle e positive fin dall'inizio - ha aggiunto - Credo che ce le stiano invidiando tutti". Domenica la vice sindaco di Milano rimarrà con i familiari "che obiettivamente hanno sentito la mia mancanza in queste settimane di campagna elettorale", ha detto Balzani.

 

Loading the player...
Loading the player...

Sarà un'attesa contraddistinta dal lavoro e dalle incombenze da assessore al Welfare, invece, quella di Pierfrancesco Majorino, che ha votato questa mattina nel seggio di via Barrili insieme alla compagna Margherita Sarfatti e poi è andato in Comune a completare una relazione sulla disabilità. "Sono molto contento. Mi pare che ci sia un bellissimo clima nei seggi anche tra sostenitori di candidati diversi", ha detto lasciando il circolo di Sel Centopassi dopo aver messo una croce accanto al suo nome. Intorno alle 10 di mattina ha votato anche Antonio Iannetta, l'outsider di queste primarie. È arrivato al circolo Pd di Porta Genova, in via Tortona, passeggiando con il cane. "E' vecchio - ha scherzato con i giornalisti che lo aspettavano - non può andare troppo veloce". "La partecipazione è la cosa più importante - ha aggiunto - e queste primarie sono state una buona occasione di conoscere Milano e i milanesi". "Noi abbiamo fatto una campagna di territorio, abbiamo spiegato il nostro programma, non abbiamo lasciato niente in sospeso - ha aggiunto -  siamo sereni e abbiamo passeggiato fino al seggi".

I risultati arriveranno in serata e verranno annunciati nel corso dell'election night all'Elfo Puccini, dove arriverà anche il vincitore a festeggiare con i sostenitori.

 

Scritto da 
  • Ester Castano e Benedetta Dalla Rovere
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Referendum, Berlusconi-Salvini-Meloni: Sarà un giudizio su Renzi

Referendum, Berlusconi-Salvini-Meloni: Sarà un giudizio su Renzi

Incontro ad Arcore tra i leader: A lavoro per un programma condiviso

Lorenzin: Con i Lea non vengono introdotti nuovi ticket

Lorenzin: Con i Lea non vengono introdotti nuovi ticket

La ministra al question time parla di "ricostruzioni strumentali"

Raggi: Quote rosa recinto per i panda che offende le donne

Raggi: Quote rosa recinto per i panda che offende le donne

Per la sindaca di roma non garantiscono "né la democrazia né la meritocrazia"

Campidoglio, Raggi: Nomi assessori arriveranno in settimana

Campidoglio, Raggi: Nomi assessori arriveranno in settimana

"Abbiamo una Ragioneria che funziona benissimo, la delega al bilancio al momento è mia"