Domenica 06 Novembre 2016 - 17:15

Prima gioia in A per Lapadula: Milan passa 2-1 a Palermo

I rossoneri si issano sempre più in zona-Champions allungando soprattutto su Napoli e Lazio

Prima gioia in A per Lapadula: Milan passa 2-1 a Palermo

Strappo in avanti del Milan ma che paura. Battendo il Palermo i rossoneri - che nelle ultime 9 gare hanno ora un ruolino di 7 vittorie, 1 pari e 1 ko - si issano sempre più in zona-Champions allungando soprattutto su Napoli e Lazio, rispettivamente a -4 e -3. Successo che arriva senza fuochi d'artificio, con tanta sofferenza e in maniera anche immeritata, inguaiando De Zerbi. C'è voluto un gol nel finale di Lapadula, appena entrato al posto di Bacca, per piegare l'orgoglio siciliano e regalare tre punti al Milan.

Sembrava tutto molto più facile dopo l'impetuoso avvio ospite. Possesso palla, un'iniziativa di Bonaventura ed al 15' è subito gol. Traversone dalla sinistra di De Sciglio, respinta incerta di Andelkovic, la palla si impenna in area e Posavec sembra in netto vantaggio, ma Alesaami lo distruba e a porta vuota Suso insacca. Seconda rete stagionale per lui. Il Palermo è tutt'altro che rassegnato e in sessanta secondi a cavallo del 25' sfiora due volte il pari. Prima Bruno Henrique impegna in tuffo Donnarumma, poi su corner battuto da Sallai dalla sinistra, ottima elevazione e stacco di Thiago Cionek, che manda di poco a lato. Troppo presto il Milan dà l'impressione di tirare i remi in barca, autorizzando i rosanero a osare. E dopo aver chiuso il tempo in attacco, il Palermo riparte con lo stesso ardore. De Zerbi cambia gli esterni offensivi mentre Montella sostituisce Pasalic (all'esordio dal 1') con Mati Fernandez dopo due grossi pericoli schivati. Al 16' Henrique da cinque metri batte a colpo sicuro ma Paletta lo mura salvando la sua porta. Subito dopo Lo Faso penetra in area andando via ad Abate e la mette al centro, ma Henrique non ci arriva di poco sotto porta. Il gol è nell'aria e arriva al 26': assist illuminante di Diamanti, partito da sinistra, palla bassa in area per Nestorovski, che anticipa Romagnoli e batte di punta Donnarumma: sei degli otto gol rosanero portano la firma di Ilija Nestorovski. Le squadre si allungano, le occasioni fioccano, il Milan si scuote, rischia ancora ma trova il jolly. Intuizione vincente di Montella che toglie Bacca e mette Lapadula e proprio l'ex Pescara al 38' trova il gol-partita con un colpo di tacco spettacolare su assist di Suso. Finale incandescente ma risultato che non cambia: il Milan vince soffrendo, ma vince.

Scritto da 
  • LaPresse/Italia Media
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

 Milan, proroga del closing coi cinesi al 3 marzo 2017

Milan, proroga del closing coi cinesi al 3 marzo 2017

Entro il 12 dicembre Sino-Europe Sports accrediterà a Fininvest un'ulteriore caparra di 100 milioni di euro

 Milan, l'ex Tassotti: Montella e Galliani bravi a isolare squadra

Milan, l'ex Tassotti: Montella e Galliani bravi a isolare squadra

"Il Milan sta mettendo a frutto l'ottimo lavoro del settore giovanile e ci vuole pazienza" sottolinea l'ex difensore

Serie A, Babacar salva Fiorentina: Palermo ko al 93'

Serie A, Babacar salva Fiorentina: Palermo ko al 93'

Reduci dal ko di San Siro contro l'Inter i viola soffrono ma piegano la coriacea squadra di Corini