Giovedì 14 Giugno 2018 - 09:30

Nuvole e massime in aumento: il meteo del 14 e 15 giugno

Le previsioni dell'aeronautica militare

Le previsioni dell'aeronautica militare per giovedì 14 giugno in Italia.

Nord: molte nubi sull'Emilia Romagna con precipitazioni insistenti che si attenueranno gradualmente nel corso del pomeriggio; parzialmente nuvoloso altrove con addensamenti temporaneamente intensi a ridosso dei rilievi alpini e appenninici della Liguria, con sporadiche deboli precipitazioni in dissolvimento serale.

Centro e Sardegna: molto nuvoloso con rovesci e temporali isolati tra la notte e il mattino sulle aree costiere sia tirreniche che adriatiche oltre che sulla Sardegna; nel corso della giornata i fenomeni si intensificheranno sulle regioni adriatiche e sul Lazio divenendo diffusi nel pomeriggio, locali e occasionali invece tra Umbria e Toscana. Dalla sera deciso miglioramento con ampie schiarite a eccezione dell'Abruzzo, dove insisteranno i fenomeni fino a fine giornata.

Sud e Sicilia: molto nuvoloso tra la notte e il mattino sulla Campania e sul versante tirrenico della Calabria con precipitazioni isolate anche temporalesche che si estenderanno nel corso della giornata alle restanti zone del Sud divenendo a prevalente carattere temporalesco.

Temperature: minime in generale diminuzione su tutte le regioni; massime in diminuzione sulle centrali adriatiche e al Sud, stazionarie sulle centrali tirreniche, in Sardegna ed Emilia Romagna, in aumento sul resto del Nord, più deciso su Liguria, Piemonte, Lombardia e Trentino-Alto Adige.

Le previsioni dell'aeronautica militare per venerdì 15 giugno in Italia.

Nord: addensamenti compatti su Liguria e rilievi alpini centroccidentali con deboli rovesci e qualche locale temporale in riduzione serale; nubi alternate a schiarite sul restante settentrione con qualche annuvolamento più consistente in serata sulla Pianura padana centrorientale.

Centro e Sardegna: cielo da poco a parzialmente nuvoloso su Toscana e Umbria occidentale. Molte nubi sul resto delle regioni peninsulari con piogge sparse e locali temporali su Marche meridionali, Abruzzo, Umbria orientale e Lazio centromeridionale con tendenza a netto miglioramento a ridosso del tramonto. Nuvolosità irregolare a tratti diffusa sulla Sardegna con piogge e temporali tra la mattinata e le ore pomeridiane sul settore centromeridionale, ma in decisa attenuazione verso sera.

Sud e Sicilia: cielo molto nuvoloso o coperto con precipitazioni convettive da sparse a diffuse sia sulle regioni peninsulari che sulla Sicilia, con tendenza a miglioramento in serata su Molise, Campania, Puglia, Basilicata e parte meridionale dell'isola.

Temperature: minime in lieve flessione su gran parte del Triveneto e sulla Puglia salentina; in tenue rialzo su Valle d'Aosta, Romagna, Sardegna orientale, Appennino centromeridionale e Sicilia centroccidentale; senza variazioni di rilievo altrove. Massime in aumento su Liguria centrorientale, Nordest, Emilia-Romagna, regioni centrali, Campania e Sicilia centromeridionale; stazionarie sul restante settentrione; in diminuzione al Sud peninsulare e sulla Sicilia settentrionale.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Infrastrutture, l'esperto: "Per la manutenzione è tempo di big data"

Per Bonvino, ceo e fondatore di Sysdev, la soluzione è l'analisi statistica di dati

Genova, crollo Ponte Morandi: continuano le ricerche dei dispersi e la messa in sicurezza

Autostrade, scontro sulla concessione. Di Maio: "Pd ha preso i soldi". Renzi: "Bugiardo"

E' battaglia sui social. Secondo il M5S Benetton avrebbe sovvenzionato "legalmente" fondazioni vicini al Pd. Replica Orfini: "I nostri conti sono pubblici. Vi riferite anche alla Lega?"

IL VIADOTTO DELLA MAGLIANA A ROMA.

Dopo Genova Roma trema sul 'ponte gemello' di Morandi

Il viadotto della Magliana ha superato di 20 anni il suo limite massimo di servizio. Interrogazioni a Comune e Mit da Pd e Fdi

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova: i percorsi alternativi per entrare in città o bypassarla

Dopo il disastro gravi disagi di mobilità. Che strada fare a seconda della destinazione: Tirreno, Adriatico o Nord Italia