Venerdì 30 Giugno 2017 - 10:30

Istat, la pressione fiscale è in crescita: si sale a quota 38,9%

Nel primo trimestre, tuttavia, è salito il reddito disponibile delle famiglie consumatrici, che segna un +1,5%

Pressione fiscale in crescita: si tocca quota 38,9%

Nel primo trimestre del 2017 la pressione fiscale è salita al 38,9%, segnando un aumento di 0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo quanto rileva l'Istat, nello stesso periodo di riferimento il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dell'1,5% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dell'1,3%. Di conseguenza, spiega l'istituto, la propensione al risparmio è stata pari all'8,5%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

L'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 4,3%, risultando inferiore di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2016. Il saldo primario delle stesse amministrazioni pubbliche è risultato negativo, con un'incidenza sul Pil dello 0,6%, così come è stato negativo il saldo corrente, con un'incidenza sul Pil dell'1,7%.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Borsa, Piazza Affari in calo con le banche: ancora bene Fca

Borsa, Piazza Affari in calo con le banche: ancora bene Fca

Lo spread fra Btp e Bund è salito oggi sino a quota 175 punti base

Troppo cara la carne in Svizzera. In Italia è nella media

Troppo cara la carne in Svizzera. In Italia è nella media

Per comprare la stessa quantità un operaio indiano deve lavorare 10 ore e mezza contro i 20 minuti di un danese

European Central Bank (ECB) President Mario Draghi addresses a news conference at the ECB headquarters in Frankfurt

Draghi, prove per Jackson Hole: "Politiche cambiano col mondo"

Il presidente della Bce al Lindau Nobel Laureate Meeting prima dell'attessisimo simposio della Federal Reserve da domani al 26 agosto

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

L'operazione, da 57 mld di dollari, creerebbe la più grande azienda integrata al mondo di semi e pesticidi