Mercoledì 23 Dicembre 2015 - 10:45

Preparati ai cenoni delle feste con la dieta taglia-calorie

Tutti i trucchi per limitare i danni delle mangiate e bevute che ci attendono in questo periodo

Ciotola di frutta

Forse a molti il periodo prenatalizio sembrerà il meno adatto per cominciare una dieta, perché tra aperitivi e cenoni vari è difficile mantenere un regime alimentare sano ed equilibrato. Ma in realtà, con pochi accorgimenti, è possibile limitare i danni delle mangiate e bevute che ci attendono in questo periodo. Suggerire una dieta ferrea adesso ha poco senso, ma si può comunque adottare qualche comportamento virtuoso taglia-calorie, che può essere messo in pratica da subito, ogni giorno, anche se per impegni vari si è costretti a mangiare spesso fuori casa.

 Prima di tutto, prima di Natale ogni mattina cominciate ad assumere i probiotici, ovvero i fermenti lattici, e continuate per almeno un mese. Questo serve a migliorare la funzionalità digestiva e liberare l'organismo dalle tossine. 

 

Ci sono le cene e le festicciole prenatalizie con amici e colleghi, ma cercate di rinunciare all’alcol, anche al semplice bicchiere di vino (in pochi sanno che una bottiglia di rosso contiene la cifra record di circa 700 calorie, che non hanno però nessun potere saziante). Evitate anche le bibite gassate e zuccherine e privilegiate acqua naturale e spremute di arance e pompelmi: sono leggere e donano vitamine ed energia.  Benvenute le tisane a base di ingredienti naturali, che depurano l’organismo, regalano un senso di sazietà e favoriscono la diuresi: sì a tisane di finocchio, malva, melissa, cannella e zenzero.

 

Per colazione, preparate un pugno di cereali o muesli (se non li amate particolarmente, va bene anche qualche mandorla o noce sgusciata), da mangiare in una tazza di yogurt bianco magro, che sazia e nutre in modo sano e leggero.

 

Da subito, eliminate anche il consumo di dolci (vi rifarete il giorno di Natale), pane e pasta preparati con farine bianche. Non riuscite a rinunciare al pane? Non dovete privarvene del tutto: limitatevi a un pezzo grande quanto un pugno chiuso (sono circa 80 grammi), e sceglietelo preferibilmente integrale o di Kamut. Dimenticate, almeno per questo periodo, cracker, grissini e taralli, molto calorici e salati. Se non riuscite proprio a fare a meno della pasta o del riso, sceglieteli integrali e conditeli con semplice sugo di pomodoro o di verdure.

 A pranzo e a cena, via libera a minestroni, zuppe, passati o vellutate di verdure: sono semplici da fare, riempiono senza appesantire e portano tantissime vitamine e sali minerali, soprattutto se variate la tipologia delle verdure che utilizzate.  A seguire carne bianca, pesce bianco e formaggi magri (scordatevi i buonissimi gorgonzola, mascarpone e taleggio. Sì a primo sale, ricotta e caprini). Ad accompagnare, un bel piatto di verdure, crude, bollite o alla griglia, da condire con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva o gomasio.

 

A fine pasto non abbondate con la frutta: è sana e porta vitamine, ma è anche parecchio zuccherina. Concedetevi, al massimo, due frutti al giorno, magari come spezza-fame a metà mattina e merenda.

 

Se siete spesso fuori casa per aperitivi, come accompagnamento alla bevanda (scegliete spremuta, succo di pomodoro condito o di frutta) preferite un pinzimonio, o un piatto di cous-cous o di verdure grigliate. Scordatevi arachidi (oltre 600 calorie ogni 100 grammi) e patatine (salatissime e senza potere saziante).

 Arriverete alle Feste in forma, leggeri e senza (ulteriori) sensi di colpa.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'oroscopo di sabato 9 dicembre: Scorpione, gioie intense in amore

Bilancia, affetti burrascosi ma molto stimolanti

L'Oroscopo dell'8 dicembre. Bilance confuse in amore

Lavoro: bene Toro, Bilancia e Pesci. Amore: la fragilità dello Scorpione