Domenica 31 Gennaio 2016 - 16:30

Pozzuoli, dopo partita lancia bidet contro genitore avversario

Diverbio finito male nel napoletano: l'uomo colpito ha perso i sensi, l'altro arrestato per tentato omicidio

Bidet usato come arma impropria: intervento dei Carabinieri a Pozzuoli

Una partita di calcio tra ragazzini si è trasformata in una faida familiare. A Pozzuoli (Napoli), dopo una lite in campo, due bambini sono tornati a casa e hanno raccontato tutto ai loro genitori. I parenti di un 15enne si sono quindi presentati sotto la casa della famiglia di un bimbo di 10 anni ed è iniziata la discussione. Qualcuno ha chiamato i carabinieri, ma quando i militari sono arrivati hanno visto il papà del più giovane, un uomo di 45 anni, lanciare dal primo piano un bidet, che ha colpito alla testa il genitore del 15enne. L'uomo, 48 anni, ha perso i sensi ed è stato portato all'ospedale Santa Maria delle Grazie, dove gli sono stati riscontrati un trauma cranico ed escoriazioni alle braccia. Il 45enne, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato per tentato omicidio e portato nel carcere di Poggioreale.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Salvini in piazza a Firenze

Firenze, cade pietra basilica Santa Croce: muore turista spagnolo

La vittima, un uomo di 52 anni, era in vacanza con la moglie che ha assistito all'incidente

Un profeta come si deve

Luz contro la violenza sulle donne con il corto 'Un profeta come si deve'

Un dialogo fra Dio e San Pietro sulla situazione del mondo femminile

Brescia, Polizia Stradale e alcol test

Trasporti, oltre 20mila italiani senza punti sulla patente

Secondo l'analisi di Facile.it. A Napoli il maggior numero di automobilisti a 0 punti davanti a Milano e Roma

Folla per i test di ammissione a medicina all'Università Statale davanti al Forum di Assago

Grammatica questa sconosciuta: 'bocciati' 7 italiani su 10

Solo gli analfabeti funzionali raggiungono il 28%, uno dei tassi più alti in Europa