Mercoledì 04 Ottobre 2017 - 09:15

Potenza, gioca col fucile del padre: parte un colpo e uccide la nonna

La donna, 67 anni, è morta sul colpo. L'arma e la casa in cui è avvenuto l'incidente sono state sequestrate

Milano, Ex manifattura Tabacchi - intervento carabinieri nell'ex palazzo dei Monopoli di Stato

Tragedia a Teana (Potenza), dove un 13enne maneggiando il fucile del padre ha fatto partire un colpo accidentale che ha colpito alla testa la nonna di 67 anni, uccidendola. L'incidente è avvenuto nella serata di ieri, mentre il ragazzo si trovava in casa dei nonni con il padre. Secondo la prima ricostruzione, il 13enne stava armeggiando con una carabina da caccia quando è stato esploso uno sparo che ha investito l'anziana. La donna è morta sul colpo.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Chiaromonte, i militari del nucleo operativo radiomobile di Senise e del nucleo investigativo di Potenza. Le indagini sono coordinate sostituto procuratore Rossella Maria Colella della Procura di Lagonegro. Gli inquirenti stanno verificando la posizione del padre del 13enne, per capire quali siano le responsabilità e perché tenessi lì il fucile. La salma della vittima è stata trasportata all'ospedale di Lagonegro in attesa delle decisioni dell'autorità giudiziaria. L'arma e la casa in cui è avvenuto l'incidente sono state sequestrate. 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Presunti abusi nel collegio dei chierichetti: il Vaticano apre una nuova indagine

Nuova inchiesta sul preseminario 'San Pio X'. Il tema scottante affrontato nel nuovo libro di Nuzzi

Sole e nuvole nel weekend: il meteo del 18 e 19 novembre

Le previsioni per sabato e domenica. Allerta arancione in Calabria

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Taranto, carabiniere uccide sorella, cognato e padre e si spara: è grave

La tragedia è avvenuta in una strada centrale del paese, a Sava. Lite in famiglia: il militare è in fin di vita

Papa Francesco all'Udienza Generale del mercoledi' in Piazza San Pietro

Papa: "La scienza ha dei limiti da rispettare. Serve responsabilità etica"

Il pontefice: "Tutti devono beneficiare del diritto alla tutela della salute"