Mercoledì 02 Novembre 2016 - 12:15

Posti i sigilli alla sede di Amnesty International a Mosca

Cambiate le serrature e staccata l'elettricità, personale chiuso fuori

Posti i sigilli alla sede di Amnesty International a Mosca

I sigili sono stati posti alla sede di Amnesty International a Mosca, bloccando così l'accesso al personale. Lo ha fatto sapere Alexander Artemyev, che lavora per l'organizzazione, raccontando che sigilli sono stati apposti agli ingressi degli uffici, le serrature sono state cambiate e l'elettricità è stata staccata. Nessuna notifica era stata data in precedenza dalle autorità, ha sottolineato.

Le organizzazioni per la difesa dei diritti che ricevono finanziamenti dall'estero e sono critiche verso il Cremlino sono state messe sotto pressione da quest'ultimo, negli ultimi anni. Alcune sono state dichiarate "agenti stranieri", venendo così sottoposte a intensi controlli da parte delle autorità. John Dalhuisen, direttore del programma Europa e Asia centrale di Amnesty International, ha pubblicato su Twitter una fotografia dei sigilli, accompagnata dal commento: "L'ufficio di Amnesty a Mosca sigillato dalle autorità municipali stamattina. Non divertente. Al lavoro per risolvere".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Addio Liliane Bettencourt, signora dei trucchi e donna più ricca del mondo

Figlia unica del fondatore del marchio di cosmetici L'Oréal, ne era la principale azionista

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

Catalogna, Guardiola: "Vogliamo solo votare, si tratta di democrazia"

"Il popolo catalano ha mostrato una grande educazione civica ancora una volta"

Ryanair, voli cancellati in tutta Italia

Ryanair, O'Leary offre di più ai piloti per saltare le ferie

L'a.d. della compagnia mette sul piatto altri 10mila euro. Vuole evitare la cancellazione di oltre 2.000 voli. I consumatori chiedono sanzioni

Papa Francesco nell'Udienza Generale del mercoledì

Pedofilia, tolleranza zero Bergoglio: "Chiesa in ritardo, mai grazia"

Francesco ha incontrato anche la Commissione Antimafia italiana parlando di corruzione, e tutela dei testimoni