Mercoledì 09 Marzo 2016 - 17:45

Pordenone, genitori di Teresa: Non crediamo ai futili motivi

Ai microfoni de 'La vita in diretta' affermano: "Dal processo ci aspettiamo la verità"

La Vita in diretta

'La vita in diretta', in onda su Rai1, torna sul delitto di Pordenone. Parlano i genitori di Teresa Costanza, uccisa un anno fa insieme al fidanzato Trifone Ragone. Giosué Ruotolo è attualmente in carcere accusato del duplice omicidio, la fidanzata Rosaria è ai domiciliari. Il padre Rosario ha commentato lo svolta nel giallo con gli arresti di due giovani avvenuti lunedì: "Siamo contenti perché è un passo avanti nell'indagine. E perché così Giosué non potrà più far più male". La madre Carmelina racconta la figlia: "Teresa era splendida, aveva tante passioni, per esempio amava dipingere". Il padre di Teresa non crede a futili motivi come l'invidia: "Difficile accettare queste dichiarazioni. Dal processo ci aspettiamo la verità".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ragazza diciassettenne trovata in un parco con ferite alla testa dopo notte in discoteca

La Spezia, 50enne morto a Sarzana: si indaga per omicidio

Era un architetto con una bella famiglia senza alcun precedente penale

Un docu-film su Renatone Chef: domenica 22 su Real Time

La storia del noto volto di "La prova del cuoco" e della sua straordinaria famiglia arriva in tv per la prima volta

Il racconto choc dell'attore Ferrini: "Ho sofferto la fame per i troppi no"

"Se dici no a persone importanti rimani da solo, io sono stato abbandonato"

IL PRELIEVO AL BANCOMAT

La crisi spaventa: il denaro non circola, 38 miliardi di riserve in più

I cittadini accumulano per timore di nuove tasse, le imprese non investono perché non hanno fiducia nel futuro