Lunedì 03 Ottobre 2016 - 16:00

I consigli della polizia per difendersi dalla sex extortion

Dopo il caso di Imperia, le norme per contrastare un fenomeno in crescita

I consigli della polizia per difendersi dalla sex extortion

Dopo l'ennesimo caso a Imperia di 'sex extortion', cioè il ricatto con la minaccia di diffondere immagini intime, la polizia postale diffonde qualche consiglio per sensibilizzare le potenziali vittime e aiutarle a difendersi.

La sex extortion - spiegano le forze dell'ordine - è un fenomeno crescente e si presenta sotto due fenomenologie: una tipicamente domestica, spesso riconducibile a coppie che si separano, con uno dei due (quello che la subisce) che viralizza sul web immagini intime dell'ex partner, l'altra, a dimensione internazionale, dettata esclusivamente da ragioni di profitto, in cui tra attore e vittima non esiste alcun legame, e gli autori sono quasi sempre localizzati all'estero (Africa o Asia), tant'è che la polizia postale e delle Comunicazioni sta conducendo con regolarità operazioni internazionali nel tentativo di indebolire le potenzialità offensive dei gruppi criminali cui quegli autori fanno capo.

La polizia postale consiglia:

1) In caso di ricatto, mai pagare la somma richiesta. Dopo il primo pagamento, infatti, seguono richieste, via via, più esose;
2) Bloccare, subito, il contatto, sia sulla piattaforma social che sulla videochat;
3) Inoltrare, immediatamente, richiesta di rimozione del video ai gestori della piattaforma sulla quale il video stesso è stato postato;
4)Sporgere subito denuncia.

Cosa fare per prevenire:
1) Mai concedere 'amicizia' sui social network a persone che non sono conosciute anche nella vita reale. Concedere la propria amicizia sulla piattaforma significa, infatti, ammettere una persona estranea in uno spazio 'riservato' e 'privilegiato', che è la nostra pagina personale, concedendole un enorme ed immotivato vantaggio qualora si tratti di un malintenzionato;
2) A maggior ragione mai scambiare messaggi privati con utenti appena conosciuti e, men che meno, mai concedere di entrare, attraverso la webcam, nella propria casa e nella propria privacy;
3) Configurare le proprie pagine social in modo tale da renderle 'invisibili' agli sconosciuti;
4) In ogni caso, si sconsiglia di inviare immagini a sfondo sessuale anche quando si tratta di persone conosciute e a noi intime.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Appello del Papa: L'Europa si riscopra comunità solidale di popoli e di persone

Appello del Papa: L'Europa si riscopra comunità solidale di popoli e di persone

"Non si può gestire la crisi migratoria come problema numerico, economico o di sicurezza" ha sottolineato Francesco

Condannato a 30 ann Fabio Di Lello: uccise l'uomo che investì la moglie

Vasto, 30 anni a Fabio Di Lello: uccise uomo che investì la moglie

L'omicidio lo scorso primo febbraio, la procura di Lanciano aveva chiesto l'ergastolo: il 34enne resta in carcere

Roma, processo matrimonio Lollobrigida: assolto 'falso' marito

Processo su nozze Lollobrigida: assolto 'falso' marito

A denunciarlo l'attrice, che si era detta vittima di una truffa

Terrorismo, Minniti firma espulsione per tunisino estremista

Terrorismo, firmata espulsione per tunisino estremista

L'uomo era stato arrestato per propaganda jihadista sul web