Martedì 28 Marzo 2017 - 10:00

Bufera su Poletti dopo frasi sui curriculum. Salvini: Si dimetta

Il ministro a Bologna: "Per trovare lavoro meglio giocare a calcetto che mandare cv"

Poletti: Per trovare lavoro meglio il calcetto che mandare curriculum. Salvini: Si dimetta

Una nuova bufera si abbatte sul ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, dopo le frasi pronunciate davanti agli studenti a Bologna. Per trovare lavoro, ha detto il ministro, è meglio "giocare a calcetto che mandare curriculum" e sul web si è scatenata la polemica. "Lo sciagurato ministro del lavoro Poletti ha detto ieri agli studenti di Bologna: 'Meglio giocare a calcetto che mandare curriculum'. È lo stesso tizio che a proposito dei giovani italiani costretti ad andare all'estero per cercare lavoro disse 'alcuni meglio non averli tra i piedi'.
Dimissioni, vergogna, scuse e dimissioni", scrive oggi Matteo Salvini su Facebook.

 

Critico anche il deputato Mdp, Arturo Scotto, che su Twitter dice: "Caro Poletti, il lavoro non si conquista con il calcetto, anche perché tu da Ministro non hai dimostrato di essere Maradona".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio ospite a "Porta a Porta"

Vaccini, Di Maio come Salvini: "Niente obblighi, solo raccomandazioni"

La dichiarazione del candidato premier M5s ha ricordato a molti quella del leader della Lega sullo stesso tema

Inizio campagna elettorale per il candidato Attilio Fontana a Varese

Lombardia, Fontana: "Razza bianca a rischio". Gori: "No a isterismi e demagogia"

Le frasi shock del candidato di centrodestra su Radio Padania: "Se li accettassimo tutti non ci saremmo più noi come etnia"

Tessera del Pd bruciata: capogruppo M5s a Roma si scusa e rimuove video

Dietrofront di Paolo Ferrara dopo le polemiche: "Ho esagerato"

Pietro Grasso visita il parco di Via Giovannipoli, a Garbatella.

Elezioni, Grasso: "In Lombardia non c'erano presupposti per accordo con Pd"

Il leader di Liberi e Uguali. "In Lazio siamo con Zingaretti, ma se dem non stanno a sinistra non possiamo appoggiarli"