Domenica 17 Gennaio 2016 - 18:15

Poker Juve al 'Friuli': Udinese ko, bianconeri secondi

Grande prestazione dei ragazzi di Allegri che si confermano alle spalle del Napoli capolista

Dybala festeggia la doppietta

Basta un tempo alla Juventus per domare un'Udinese troppo brutta per essere vera e infilare la decima vittoria consecutiva in campionato. La squadra di Allegri infatti cala il poker rovinando la festa per la gara inaugurale del nuovo 'Friuli' di Udine. I campioni d'Italia staccano l'Inter e si prendono il secondo posto in solitaria. La caccia al Napoli, distante due punti, continua.

Allegri a sorpresa è costretto a rinunciare a Pogba, vittima di un lieve stato febbrile, rilanciando dal 1' proprio l'ex Udinese Asamoah. In attacco Mandzukic affianca Morata, mentre in difesa Rugani viene confermato nella retroguardia completata da Bonucci e Chiellini. Sugli esterni agiscono da un lato Lichtsteiner e dall'altro Alex Sandro. Sul fronto opposto Di Natale supporta in attacco Thereau. A centrocampo Iturra sottrae il posto a Bruno Fernandes per un'Udinese schierata con un'atteggiamento più guardingo. Dopo un buon inizio da parte dei padroni di casa, che vanificano una potenziale buona occasione con un colpo di testa di Widmer, alla prima vera opportunità la Juventus passa in vantaggio. Al 15' infatti la punizione di Dybala beffa sul suo palo Karnezis, colpevole nell'occasione, e finisce in rete. La riposta dell'undici di Colantuono è affidata a un contropiede portato avanti da Di Natale e Thereau e rifinito (male) da Edenilson, che calcia altissimo da posizione favorevole. Un errore grave, anche perché un minuto dopo i campioni d'Italia raddoppiano. Sugli sviluppi di un corner Dybala anticipa tutti prolungando sul secondo palo dove è appostato tutto solo Khedira per il più facile dei gol.

I due gol presi in rapida successione tramortiscono l'Udinese, che sparisce letteralmente dal campo e al 25' rimane in dieci per un intervento da dietro in ritardo in area di rigore di Danilo su Mandzukic, lanciato a rete. Dal dischetto Dybala non sbaglia e cala il tris, realizzando l'undicesimo in campionato. La 'Joya' sfiora la doppietta personale al 36' con una conclusione potente ma imprecisa. Il poker in ogni caso è solo rinviato di qualche minuto. Al 42' infatti Alex Sandro fa tutto da solo: parte palla al piede dalla sinistra, converge al centro e lascia partire un destro a rientrare appena dentro l'area che si infila alle spalle di Karnezis. Il portiere dei friulani si riscatta parzialmente qualche minuto dopo respingendo i tentativi di Khedira e di Asamoah. Nella ripresa è ancora il ghanese tra i più attivi in assoluto, specie in combinazione con Alex Sandro. Al 5' il centrocampista bianconero calcia a lato non di molto. Con il risultato ormai acquisito gli ospiti si limitano a far girare palla, facendo rifiatare qualche giocatore chiave (vedi Chiellini e Dybala) con l'ingresso in campo di Caceres e Morata. Proprio lo spagnolo, alla ricerca del gol per sbloccarsi, si rende protagonista al 24' con un'iniziativa personale: tiro potente ma centrale, Karnezis respinge senza problemi. L'Udinese cerca almeno il gol della bandiera con una punizione velenosa di Lodi al 29', ma Buffon con l'aiuto del palo si distende e devia in corner. Parata simbolo di una giornata perfetta per la Juventus e decisamente storta per i friulan

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Anna Frank con la maglia della Roma: sfottò choc della Lazio, Figc apre un'inchiesta

L'immagine distribuita all'Olimpico durante il match tra il Cagliari e i biancocelesti, che ora rischiano una squalifica

Nicchi: "Var è garanzia di correttezza per tutti. Montella? Dovrà adeguarsi"

Il numero 1 della classe arbitrale italiana replica al tecnico rossonero dopo il 'caso Bonucci'

Lazio - Cagliari

Serie A, Lazio non si ferma: tris al Cagliari con doppietta Immobile

La vittoria consente ai biancocelesti di agganciare la Juventus e restare nella scia del Napoli capolista e dell'Inter