Sabato 06 Febbraio 2016 - 20:30

Poker del Novara contro l'Avellino 4-1

I piemontesi rialzano la testa dopo quattro sconfitte consecutive

L'esultanza del Novara

 Il Novara rialza la testa dopo quattro sconfitte consecutive calando il poker (4-1) contro l'Avellino, al secondo ko di fila, nella gara valida per la 25/a giornata del campionato cadetto. I piemontesi approfittano così delle battute d'arresto di Bari e Brescia per portarsi al quarto posto in classifica in solitaria. I padroni di casa si portano in vantaggio al 18' con Nadarevic, che colpisce in contropiede su assist di Viola. Il raddoppio arriva al 36' con il sigillo di Evacuo, bravo a superare Frattali con un rasoterra preciso. Un minuto dopo l'attaccante del Novara realizza il 3-0 con un bel tiro a giro. Gli ospiti accusano il colpo e al 43' capitolano ancora. Questa volta è Gonzalez ad andare a segno su calcio di rigore guadagnato da Lanzafame. Nella ripresa all'11' gli irpini rimangono addirittura in dieci per l'espulsione per somma di ammonizioni di Pucino. Al 20', con la partita ormai chiusa, arriva il gol della bandiera di Gavazzi a rendere meno amara la sconfitta degli uomini di Tesser.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pinot trionfa al Tour of the Alps. L’ultima tappa all'ucraino Padun

Il francese si prende la maglia ciclamino e lancia un messaggio in vista del Giro d’Italia. Tra gli italiani bene Pozzovivo e Aru, Quarto Froome

TOPSHOT-FBL-EUR-C3-CSKA MOSCOW-ARSENAL

Wenger, addio all'Arsenal: c'è anche Allegri per la successione

L'allenatore della Premier league se ne va a 68 anni

Tour of the Alps: O’Connor a Merano. Pinot in ciclamino. Gli Highlights

L’australiano va in fuga a 7km dal traguardo e chiude in solitaria. Il francese vince lo sprint per il secondo posto e diventa nuovo leader grazie agli abbuoni

BELGIUM-EU-UEFA-COOPERATION

Uefa, Ceferin: "Collina non si tocca. Var in Champions? E' presto"

E sullo sfogo di Buffon: "Quello che ha detto non è giusto, non doveva. Ma capisco la frustrazione e la delusione"