Sabato 06 Febbraio 2016 - 20:30

Poker del Novara contro l'Avellino 4-1

I piemontesi rialzano la testa dopo quattro sconfitte consecutive

L'esultanza del Novara

 Il Novara rialza la testa dopo quattro sconfitte consecutive calando il poker (4-1) contro l'Avellino, al secondo ko di fila, nella gara valida per la 25/a giornata del campionato cadetto. I piemontesi approfittano così delle battute d'arresto di Bari e Brescia per portarsi al quarto posto in classifica in solitaria. I padroni di casa si portano in vantaggio al 18' con Nadarevic, che colpisce in contropiede su assist di Viola. Il raddoppio arriva al 36' con il sigillo di Evacuo, bravo a superare Frattali con un rasoterra preciso. Un minuto dopo l'attaccante del Novara realizza il 3-0 con un bel tiro a giro. Gli ospiti accusano il colpo e al 43' capitolano ancora. Questa volta è Gonzalez ad andare a segno su calcio di rigore guadagnato da Lanzafame. Nella ripresa all'11' gli irpini rimangono addirittura in dieci per l'espulsione per somma di ammonizioni di Pucino. Al 20', con la partita ormai chiusa, arriva il gol della bandiera di Gavazzi a rendere meno amara la sconfitta degli uomini di Tesser.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Europa League, Balotelli gol ma Nizza ko. Vince il Manchester Utd

Per i red devils a segno il solito Ibrahimovic

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Europa League, Sassuolo decimato: Genk ringrazia e vince 3-1

Le reti all'8' di Karelis, al 25' di Bailey, al 61' di Buffel e al 65' di Politano

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge Astra 4-0

Europa League, spettacolo Totti: Roma travolge l'Astra 4-0

A decidere le reti di Strootman, Fazio, Salah e l'autogol di Fabricio

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Europa League, Inter ancora flop: nerazzurri ko 3-1 a Praga

Nuova debacle per la squadra di De Boer, che chiude in dieci per l'espulsione di Ranocchia