Giovedì 28 Aprile 2016 - 09:30

Playoff Nba: Golden State in semifinale, ok Portland e Charlotte

I californiani chiudono la serie sul 4-1 trascinati da un grande Klay Thompson autore di 27 punti di cui 21 con canestri da tre

Playoff Nba: Golden State in semifinale, ok Portland e Charlotte

Nonostante l'assenza di Stephen Curry, i Golden State Warriors si qualificano per le semifinali dei playoff Nba grazie alla vittoria 114-81 sugli Houston Rockets. I californiani chiudono la serie sul 4-1 trascinati da un grande Klay Thompson autore di 27 punti di cui 21 con canestri da tre. Non bastano ai Rockets i  35 punti del solito James Harden. Nel prossimo turno Golden State attende la vincente della serie fra i Los Angeles Clippers e i Portland Trail Blazers, con la franchigia dell'Oregon avanti 3-2 dopo il colpaccio allo Staple Canter in gara 5.

Portland si impone 108-98 sul parquet dei Clippers grazie ai 27 punti di uno scatenato CJ McCollum. I Blazers avranno ora la possibilità di chiudere la serie in gara 6 davanti ai propri tifosi venerdì notte.   Nei playoff ad Est, impresa esterna di Charlotte. Una canestro da tre punti a 25" dalla sirena di Courtney Lee regala agli Hornets la vittoria sul parquet dei Miami Heat 90-88 in gara 5. Marvin Williams trascina Charlotte con 17 punti, non bastano a Miami i 25 del veterano Dwyane Wade. Hornets in vantaggio nella serie per 3-2, con gara 6 in programma sabato nel North Carolina.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

NBA All-Star Game 2018

Basket, playoff Nba: super LeBron James, Cleveland sul 2-2 con Boston

Il fuoriclasse di Akron batte il record di Kareem Abdul-Jabbar

NBA: OCT 27 Wizards at Warriors

Playoff Nba: Curry travolge Houston, Golden State avanti 2-1

Protagonista assoluto Steph Curry, autore di 35 punti

Boston Celtics vs Memphis Grizzlies Basketball - Basket NBA

Basket, playoff Nba: Boston batte ancora Cleveland in finale Est, 2-0

Fondamentale per i Celtics il contributo di Brown, le prodezze di LeBron James non bastano ai Cavaliers