Martedì 12 Luglio 2016 - 15:00

Pjanic: Non temo la concorrenza, alla Juventus per vincere

Oggi la presentazione del bianconero: Io vorrei giocare sempre

Pjanic: Non temo concorrenza, alla Juventus per vincere

Oggi è stato il giorno della presentazione di Miralem Pjanic in bianconero: "Ho scelto la società giusta per vincere. Non è stata solo questa volta che mi hanno seguito, è sempre stata interessata. Prima non di poteva fare, adesso si è fatto e sono molto contento" ha detto il centrocampista nel corso della presentazione come nuovo giocatore della Juventus. "Non temo la concorrenza, siamo tutti a disposizione del mister e io sono qui per aiutare a dare una mano alla squadra per fare il meglio possibile. Poi io vorrei giocare sempre, ma è il mister che decide", ha aggiunto.

"Dal primo giorno in cui ho firmato sono stato accolto benissimo da tutti i compagni, mi hanno fatto capire che sono in una grande squadre e con grandi calciatori. Sono tutti contenti che sono qui, io voglio dare una mano e questa settimana abbiamo già lavorato tanto", ha raccontato Pjanic. Sul primo impatto con Allegri, Pjanic ha dichiarato: "Con il mister per adesso c'è una buona intesa, sto prendendo confidenza e stiamo imparando a conoscerci. Poi parleremo anche del mio posizionamento in campo, ora pensiamo a fare la miglior preparazione possibile e poi dove giocherò vedremo. Sarò utile, non ho paura di avere il pallone fra i piedi perchè mi piace far giocare gli altri. Mi metterò a disposizione del mister e mi adatterò". "L'importante è vincere trofei, la Juve vuole sempre vincere tutto e qualunque avversario troveremo dobbiamo provare a vincere. Gli obiettivi sono sempre i più alti possibili", ha detto ancora Pjanic.
 

 "Sapevo che squadra era la Juve, da fuori. Ora che sono dentro ho visto tante cose diverse e ho capito perchè era sempre difficile essere davanti a loro" ha sottolineato Pjanic. "Sono molto contento, qui si lavora tanto e l'ho capito subito. Io sono a disposizione della squadra per raggiungere grandi obiettivi, continuare a vincere tutti i titoli come l'anno scorso e fare ancora di più. C'è sicuramente una differenza fra dove sono stato in passato e dove sono oggi", ha aggiunto il centrocampista bosniaco.
 

A ROMA MI FISCHIERANNO. "So che sarò fischiato, non è mai facile cambiare squadra, ma sarò felice di tornare all'Olimpico da avversario" ha detto il bosniaco parlando della sua ex squadra. "A Roma ho trascorso 5 anni bellissimi, sarò felice di ritrovare tanti amici e tifosi incredibili. Sarà una partita diversa per me - ha aggiunto - ma dalla prima giornata in poi sarò concentrato sulla mia nuova squadra e sugli obiettivi che abbiamo". E a proposito dei suoi ex compagni, Pjanic ha detto: "Erano dispiaciuti che andavo via ma mi hanno fatto tutti i complimenti. Ho ricevuto messaggi importanti e toccanti. Prima di firmare ho chiamato Spalletti, mandato un sms a Totti  e a De Rossi per ringraziarli. Il destino ha voluto così, ma non dimenticherò mai i miei anni alla Roma", ha concluso Pjanic.

SESTO SCUDETTO. "La priorità è sempre lo scudetto, per scrivere la storia. Sei di fila sarebbe una bella cosa e spero di poter contribuire" ha aggiunto il nuovo giocatore della Juventus. Con il suo arrivo, i bianconero hanno ora uno dei centrocampi più forti del mondo. "Il centrocampo è forte, siamo tanti e tutti utili. Abbiamo caratteristiche diverse e il mister metterà in campo il miglior centrocampo possibile per vincere. Il calcio è un gioco di squadra - ha detto ancora il bosniaco - fai bene se tutto gira bene. Io proverò a metterei i compagni nella migliore posizione possibile, proverò a far giocarli bene come faranno loro con me. L'importante è vincere. Non c'è solo Pjanic alla Juve, questa squadra in passato ha dimostrato di aver raggiunto tanti obiettivi e nello spigolati ci sarò gente che lo ricorderà sempre". Infine sull'impatto con i nuovi compagni, Pjanic ha cocluso: "Ogni giorno li conosco meglio, parlo sempre di più. Sono tutti tranquillissimi che si preparano bene per essere pronti. sto conoscendo tutti meglio".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Roma - Juventus

Juventus, Marotta fa il punto sul mercato: "Higuain e Mandzukic restano. Milinkovic? Costa troppo"

"L'operazione Emre Can si può definire nel giro di 10 giorni", ha dichiarato l'ad bianconero

Juventus vs Milan - Finale Coppa Italia TIM 2017/2018

Calcio, Allegri resta alla Juve ma per ora niente rinnovo

Vertice fra il tecnico e la dirigenza bianconera presso la sede del club alla Continassa

Alla festa degli juventini spunta la bara di Insigne. Napoli: "Gesto grave"

Lo screenshot preso da un live di Douglas Costa: è polemica

Juventus vs Hellas Verona

Juve supera il Verona 2-1 tra festa scudetto e commozione addio Buffon

Tra lacrime e applausi, tra commozione e gioia, ora la festa bianconera può iniziare davvero