Martedì 19 Aprile 2016 - 18:15

'Pizza sospesa' a Bologna: ecco l'invenzione di 2 fratelli

A 'La vita in diretta' si parla del progetto solidale di due giovani pizzaioli rivolto ai più bisognosi

'Pizza sospesa' a Bologna: ecco l'invenzione di 2 fratelli

Dopo il caffè, la pizza sospesa. L'usanza napoletana di offrire una tazzina a uno sconosciuto avventore di un bar si trasferisce in Emilia. Lo racconta la puntata odierna di 'La vita in diretta'. Il progetto dei fratelli Caiazza, giovani pizziaoli di origine napoletana, si rivolge ai più bisognosi, in aumento in questo periodo di crisi. Ognuno può comprare una pizza Margherita e, se vuole, può lasciarne una già pagata ai volontari, che poi provvederanno a portare le pizze-regalo nei centri d'accoglienza di Bologna. La pizzeria dei fratelli Caiazza ha scelto di unirsi all'associazione Piazza Grande che da sempre si occupa di dare sostegno ai più bisognosi.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nevicata in Piemonte - Disagi sulla A32 Torino Bardonecchia

Liguria, treno bloccato per il maltempo: 400 passeggeri al freddo

Il convoglio è rimasto fermo dalle 17 di domenica pomeriggio per circa 4 ore, a causa del fenomeno del gelicidio

Prima nevicata a Milano

Maltempo in arrivo in tutta Italia: allerta in Emilia Romagna, Liguria, Toscana

Calano le temperature. Attese pioggia e neve, attenzione per pericolo valanghe

È morto monsignor Antonio Riboldi, vescovo antimafia

Lo comunica la Curia di Acerra. Aveva 94 anni. Disse: "Meglio ammazzato che scappato dalla camorra"