Martedì 14 Giugno 2016 - 14:15

'Più amore, meno pistole': Emily Ratajkowski condanna strage Orlando

La modella posta una foto di due ragazzi che si baciano su Instagram e scrive: "More love, fewer guns"

'Più amore, meno pistole': Emily Ratajkowski condanna strage Orlando

"Più amore, meno pistole". Anche Emily Ratajkowski condanna la strage di Orlando e decide di dire la sua su Instagram. La modella posta sul suo profilo una foto emblematica, accompagnata dal messaggio "More love, fewer guns": lo scatto ritrae due ragazzi gay, uno bianco e uno di colore, che si baciano, segno di un gesto d'amore che vale molto di più della violenza cieca e brutale che si è abbattuta sul club Pulse.

 

 

More love, fewer guns. #orlando

Una foto pubblicata da Emily Ratajkowski (@emrata) in data:

 

Il post ha totalizzato quasi 82mila 'mi piace', apprezzamenti che inevitabilmente si scagliano contro lo strapotere delle armi negli Usa, concesse troppo spesso con facilità e senza i dovuti controlli.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FRA, UEFA EL, Olympique Marseille vs Atletico Madrid

Francia, 32enne originario del Burkina Faso picchiato a morte da adolescenti

L'aggressione nel quartiere Saragosse venerdì sera. Massacrato da una gang di giovani, tra i 12 e 14 anni, che avrebbero usato anche il piede di una sedia di plastica

US-POLITICS-TRUMP-PRISON REFORM

Russiagate, Trump chiede inchiesta su spionaggio durante sua campagna

Il presidente Usa vuole fare chiarezza sulla possibile infiltrazione dell'amministrazione Obama

Lo chef Mario Batali coinvolto in un caso di molestie sessuali a passeggio per New York

Usa, nuove accuse di molestie e violenza contro lo chef Mario Batali

Avrebbe aggredito due ex dipendenti del ristorante newyorkese 'The Spotted Pig' sotto l'effetto di droghe e alcol

Venezuela,Maduro riconfermato presidente

Venezuela, rieletto Maduro. Ma l'opposizione grida ai brogli

Il presidente riconfermato fino al 2025. Gli avversari denunciano pressioni sugli elettori e chiedono una nuova consultazione