Venerdì 01 Aprile 2016 - 17:45

Piombino, parenti vittima infermiera: Vogliamo giustizia

"E' inconcepibile una cosa del genere, voglio giustizia per mio marito" raccontano a Pomeriggio 5

Piombino, l'ospedale dove lavorava l'infermiera arrestata

 'Pomeriggio 5', condotto da Barbara d'Urso, apre oggi sul caso di Fausta Bonino, l'infermiera di Piombino, accusata di aver ucciso con un farmaco anticoagulante 13 persone. In collegamento con il programma Rosy e Alessandro, moglie e figlio di Angelo, che avrebbe perso la vita il 2 luglio 2015 per colpa dell'infermiera: "Mi hanno detto che era morto per un'emorragia. L'intervento era andato bene, ma poi è stato riportato in ospedale. L'emorragia poi era troppo forte per essere fermata", spiega Rosy. "E' inconcepibile una cosa del genere, voglio giustizia per mio marito. Non accetto che sia stato ammazzato così".

"Io voglio fare un appello alle famiglie che come noi hanno subito questa tragedia: uniamoci che l'unione fa la forza", aggiunge la donna. "Io non ci volevo credere quando mi hanno fatto vedere l'elenco delle vittime dell'infermiera e c'era mio padre. Noi adesso vogliamo che la giustizia vinca", afferma Alessandro.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inaugurazione di 'Inno alla Bellezza' e anteprima dello spettacolo dell'Albero della vita in ex Area Expo

Expo, Anac manda atti a tre Procure

Evidenziate anomalie nella maggior parte delle 25 procedure analizzate

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello

Milano, in Centrale camper della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne

#QuellaVoltaChe, su Twitter le donne raccontano le molestie subite

L'hashtag è stato lanciato dalla scrittrice Giulia Blasi e sta riunendo i racconti di centinaia di italiane