Lunedì 18 Gennaio 2016 - 11:45

Piazza Affari precipita a -2.40%: sprofonda titolo Mps

La Borsa di Milano è la peggiore del Vecchio Continente, trascinata giù dai bancari

La Borsa di Milano è la peggiore del Vecchio Continente

Milano precipita, trascinato al ribasso dai titoli bancari, il Mib al momento scende a a 18.736,14 punti a -2,40% e l'All-Share a 20.398,67 punti a -2,35%. Piazza Affari al momento è largamente il peggior listini europeo.

SOSPENSIONI PER IL SETTORE BANCARIO. Raffica di sospensioni a Piazza Affari per i titoli del settore bancario. In questo momento sul paniere principale della Borsa di Milano sono congelate per eccesso di ribasso Banco Popolare (teorico -3,94% a 10,71 euro), Mps (-8,57% a 0,821 euro), Popolare dell'Emilia Romagna (-5,09% a 5,87 euro), Popolare di Milano (-4,97% a 0,821 euro) e Ubi Banca (-4,82% a 5,045 euro).

TITOLO MPS SOSPESO. Mattinata di passione per Monte dei Paschi di Siena, il titolo è stato prima sospeso per eccesso di ribasso, e poi riammesso, precipitando a 0,821 euro a -8,57%. Breve riapparizione sul listino di Mps, che in pochi minuti ha però ancora perso terreno, ed è stata subito nuovamente sospesa con il titolo a 0,782 euro a -12,92%.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Borsa, a Piazza Affari l'euforia si stempera in chiusura

Borsa, a Piazza Affari l'euforia si stempera in chiusura

L'indice Ftse Mib ha registrato guadagni intraday superiori al punto e mezzo percentuale, per poi ritracciare

Roma, incontro tra Governo e sindacati sulle pensioni e sul lavoro

Pensioni, accordo governo-sindacati. Poletti: 6 miliardi in 3 anni

Siglato il verbale dopo un incontro tra i sindacati e il ministero del Lavoro

Borsa, Milano chiude in rosso: giù le banche, in rialzo Mps

Borsa, Milano chiude in rosso: giù le banche, in rialzo Mps

Bancari sotto pressione: Popolare di Milano ha ceduto il 2,75%, Intesa SanPaolo l'1,15%

Una vecchia foto di Ciampi e Draghi

Draghi cita Ciampi: L'euro forza trainante dell'integrazione

L'intervento di fronte alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo