Domenica 14 Gennaio 2018 - 11:15

Affonda petroliera iraniana a fuoco in Cina: nessuna speranza di trovare superstiti

Trasportava 136mila tonnellate di idrocarburi leggeri. Lo scorso 6 gennaio la collisione con un mercantile. Si teme ora un disastro ambientale

Non ci sono speranze di trovare sopravvissuti tra i membri dell'equipaggio della petroliera iraniana Sanchi, che ha preso fuoco il 6 gennaio in seguito alla collisione con una nave mercantile cinese a circa 300 chilometri a est di Shanghai. Lo ha detto il portavoce della squadra di soccorso istituita dall'Iran, Mohammad Rastad, alla televisione di Stato. Sulla petroliera è affondata e a bordo c'erano 32 membri dell'equipaggio, 30 iraniani e due bengalesi. Sono stati trovati al momento solo tre corpi. Si teme un disastro ambientale.

"I membri dell'equipaggio della nave sono morti durante la prima ora successiva all'incidente a causa della potenza dell'esplosione e dei fumi di gas", ha detto Rastad. "Non c'è speranza di trovare sopravvissuti", ha rimarcato, "due terzi della petroliera sono affondati, il fuoco si è diffuso e circonda completamente la nave e non possiamo avvicinarci".

La petroliera Sanchi, che trasportava 136.000 tonnellate di idrocarburi leggeri, batte bandiera panamense e appartiene alla National Iranian Tanker Company (Nitc), gestore della flotta di petroliere iraniana. Stava spedendo prodotti alla società sudcoreana Hanwha Total.

Loading the player...
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Vertice Ue sui migranti a Bruxelles

Migranti, manca intesa Ue: Macron e Merkel puntano ad accordi bi-trilaterali

La soluzione europea al fenomeno migratorio è ancora lontana

Vertice Ue sui migranti a Bruxelles

Migranti, i 10 punti della proposta Conte

Da "chi sbarca in Italia, sbarca in Ue" ai "centri di protezione"

TURKEY-POLITICS-VOTE

Voto Turchia, Erdogan riconfermato. Fermati 4 italiani ai seggi

Il principale avversario, Ince, sfiora il 30%. I nostri connazionali, con altri 6 stranieri, erano osservatori antibrogli

SAUDI-SOCIETY-WOMEN-DRIVING

Arabia Saudita, stop al divieto di guida per le donne: ma attiviste ancora in carcere

Un evento storico all'interno di un più vasto piano per modernizzare il ricco paese del petrolio