Martedì 04 Aprile 2017 - 15:15

Petizioni e voti online, Raggi: Roma sarà capitale democrazia diretta

Il MoVimento Cinque Stelle ha presentato una proposta di delibera di modifica dello Statuto di Roma

Petizioni e voti online, Raggi: Roma sarà capitale democrazia diretta

"Non appena saranno approvate in Assemblea Capitolina le proposte del MoVimento 5 Stelle di modifica dello Statuto di Roma passeremo all'adozione dei rispettivi regolamenti attuativi di questi nuovi strumenti. Grazie Gianroberto: il dado è tratto".  lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme ai consiglieri Cinquestelle, sul blog di Beppe Grillo.

"Dopo 23 anni dall'ultimo regolamento in materia di partecipazione popolare, il MoVimento Cinque Stelle ha presentato una proposta di delibera di modifica dello Statuto di Roma Capitale per introdurre nuovi strumenti di democrazia diretta: referendum propositivo, abrogativo e consultivo senza quorum, bilancio partecipativo, petizioni popolari elettroniche e consultazioni online. Passeremo dalla città di Mafia Capitale a Roma Capitale della democrazia diretta e della trasparenza. Si tratta di una rivoluzione culturale", conclude Raggi.
 

"La democrazia rappresentativa si sta destrutturando e stanno emergendo nuove forme di partecipazione popolare dal basso in tutto il mondo, anche per la difesa dei servizi pubblici locali. Devono essere i cittadini e le comunità locali a governare le città attraverso internet, utilizzando l'intelligenza collettiva. Il web sta rivoluzionando i rapporti esistenti tra cittadini ed istituzioni rendendo attuabile la democrazia diretta, così come applicata ad Atene e nell'antica Grecia. Con l'avvio di questo percorso istituzionale finalizzato a modificare la carta fondamentale della capitale siamo di fronte ad un tipping point per la democrazia diretta a Roma".  Lo scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme ai consiglieri Cinquestelle, sul blog di Beppe Grillo.

Virginia Raggi, nell'assemblea capitolina chiesta dall'opposizione per verificare la tenuta della giunta dopo le vicende giudiziarie e la sostituzione di tre assessori, ha voluto rimarcare la buona salute della sua giunta: "Siamo qui perché l'opposizione piuttosto che collaborare sul lavoro ha chiesto un consiglio comunale sul nulla. chiede infatti una verifica della stabilità di questa giunta: bene, la giunta è qui, la vedete. E' in ottimo stato, politicamente attiva e impegnata nel programma. L'opposizione è troppo occupata nei giochi di palazzo per occuparsi dei lavori. Questa è una convocazione strumentale per non evidenziare i risultati ottenuti". 
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra

Ministero dell'Interno. Firma del "Patto nazionale per un Islam italiano"

Terrorismo, due marocchini e un siriano espulsi da Italia

Con questi rimpatri, 70 nel solo 2017, salgono a 202 i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi

L'Italia piange Bruno e Luca. Mattarella: "Lotta al terrore"

La politica si stringe nel dolore delle famiglie