Mercoledì 27 Gennaio 2016 - 17:00

Pescara travolgente, cala poker in casa del Perugia

Terzo posto per gli abruzzesi grazie alla sesta vittoria consecutiva

Perugia - Pescara

Il Pescara tiene il passo di Crotone e Cagliari. Nel posticipo della 23/a giornata di Serie B, gli abruzzesi travolgono in trasferta il Perugia (4-0) e continuano la marcia promozione, blindando il terzo posto grazie alla sesta vittoria consecutiva. Si respira aria di crisi invece in casa degli umbri, che incassano il terzo ko di fila. E' un'autorete a sbloccare il risultato della sfida del 'Curi': sfortunato Rossi a deviare nella propria rete il cross di Memushaj (26'). Vantaggio comunque giusto, visti i maggiori pericoli creati dagli ospiti nel primo tempo. I padroni di casa si sciolgono nella ripresa e la formazione di Oddo dilaga. Al 21' Lapadula viene servito da un cross impeccabile di Zampano in area, supera in dribbling Rosati e raddoppia realizzando il suo 12° gol stagionale. Quattro minuti dopo, tocca a Lapadula ricoprire l'uomo-assist servendo alla perfezione Benali che a pochi passi da Rosati chiude i giochi. Non è finita perché al 28' sugli sviluppi di un contropiede Verre premia di tacco l'inserimento di Caprari che firma la rete del poker abruzzese. Pescara a quota 43, a -8 dal Crotone e a -6 dal Cagliari. Il Perugia resta fermo a 30 punti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d’Italia U23: a Rubio la quinta tappa. Williams indossa la maglia rosa

Il colombiano chiude davanti al nuovo leader della generale e al kazako Natarov. Lontani gli italiani: Caiati, il migliore, è sedicesimo. Mercoledì la sesta giornata su LaPresse dalle 17:00

ENG, UEFA CL, Manchester City vs FC Liverpool

Da Guardiola 150mila euro per riparare la nave di Proactiva Open Arms

Un gesto importante per sostenere la ong catalana che si occupa di primo soccorso e salvataggi in mare

Calcio a 5, finali scudetto: l'Acqua&Sapone è campione d'Italia

Per gli abruzzesi è il primo tricolore. Battuta, dopo cinque partite e una serie intensissima, la Luparense detentrice del titolo. Sesto scudetto per Edgar Bertoni, che raggiunge Humberto Honorio, capitano dei veneti

Astori, secondo la nuova perizia il giocatore non è morto nel sonno, è stata 'tachiaritmia'

Forse il capitano della Fiorentina si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme