Mercoledì 13 Giugno 2018 - 10:45

Perugia, inscenano rapimento ma è un addio al celibato: sei denunciati

Il gruppo di amici aveva architettato lo scherzo per il futuro sposo, ma un uomo che ha assistito alla scena ha contattato la polizia. Poi chiarito il malinteso

danneggiamento teppisti

L'accusa è quella di procurato allarme. C'è un grande equivoco all'origine dell'episodio che a Perugia ha portato alla denuncia di sei persone. Lo scorso sabato, infatti, un cittadino ha segnalato alla questura il rapimento di un uomo in via del Macello. Il testimone ha raccontato di aver visto due indivuidui col volto coperto bloccare un passante per poi costringerlo, tra le grida, a salire su un furgone. 

Due volanti sono subito arrivate sul posto e hanno rintracciato il veicolo in prossimità di via Pievaiola. I quattro uomini a bordo del furgone, tutti italiani, trentenni e incensurati, non capivano per quale ragione gli agenti avessero deciso di fermali e di effettuare un controllo.

Dopo aver confermato la dinamica dei fatti di via del Macello, il gruppo di amici ha chiarito il malinteso: l'uomo che ha contattato la polizia aveva assistito a un finto rapimento inscenato per festeggiare l'addio al celibato di un loro amico. Il presunto rapito era, infatti, il futuro sposo.

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Presentazione di Eurosky Tower, primo grattacielo della capitale

Stadio Roma, si lavora sul telefono di Lanzalone. Scarcerato braccio destro di Parnasi

Non si ferma il lavoro degli inquirenti. Caporilli aveva ammesso la dazione di alcune somme di denaro ad almeno un funzionario responsabile dei pareri al progetto

Firenze, trova 2 aghi per cucire dentro alla mozzarella comprata al supermercato

Il lotto del latticino a marchio 'Mukki' è stato ritirato dal commercio in via cautelativa. Carabinieri e Nas indagano

Maturità 2015 - seconda prova degli esami

Maturità, la seconda prova scritta: Aristotele per greco al classico e studio di funzione allo scientifico

Tra le tracce un brano tratto dall'Etica Nicomachea e un problema sul meccanismo di produzione delle mattonelle