Mercoledì 09 Agosto 2017 - 17:00

Perquisizione in casa della capo della campagna di Trump

L'Fbi ha fatto visita all'abitazione di Paul Manafort in Virginia e ha sequestrato documenti e altro materiale nell'ambito delle indagini sul Russiagate

Manafort of Republican presidential nominee Trump's staff listens during a round table discussion on security at Trump Tower in the Manhattan borough of New York

Agenti dell'Fbi hanno sequestrato documenti e altri materiali da un'abitazione in Virginia di Paul Manafort (nella foto), capo della campagna elettorale dell'allora candidato e ora presidente americano Donald Trump. Il sequestro rientra nelle indagini sulle presunte interferenze della Russia nelle elezioni del 2016, ha riferito il Washington Post. Il raid è stato condotto senza preavviso il 26 luglio, dopo un incontro di Manafort con membri della commissione Intelligence del Senato, secondo il Post che ha citato fonti non identificate a conoscenza dei fatti. Un portavoce di Paul Manafort ha confermato che la perquisizione c'è stata e che l'Fbi aveva un mandato.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, presidio contro mamma licenziata da IKEA

Vantaggi fiscali illeciti a Ikea. L'Unione Europea indaga sull'Olanda

Due norme fiscali avrebbero favorito il colosso svedese dei mobili nei confronti della concorrenza. Ricavi spostati in Lussemburgo e Liechtenstein

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, raid Israele su obiettivi Hamas in Striscia Gaza

L'attacco in seguito ai razzi lanciati dalla zona palestinese

Libano, autista Uber confessa: "Ho ucciso la diplomatica britannica". Arrestato

Incastrato dalle riprese delle telecamere di sorveglianza stradali, che hanno filmato la sua auto

Cars are parked at Misurata Central Hospital

Libia, sequestrato e ucciso il sindaco di Misurata

Il corpo abbandonato fuori da un ospedale. I sospetti ricadono sulle milizie e i gruppi islamisti della città