Lunedì 23 Gennaio 2017 - 18:30

Pensioni, Camusso a Boeri: Non ci sto a una guerra tra poveri

"O trasferiamo un po' di ricchezze o facciamo una guerra tra i poveri"

Pensioni, Camusso a Boeri: Non ci sto a una guerra tra poveri

 "Non ci sto a una guerra tra poveri. Quest'idea per cui noi arriviamo da un impoverimento per cui tutto ciò che era prima è un vantaggio, è il modo per non discutere dell'impoverimento. Fossi Boeri mi preoccuperei della gestione separata, del perché i contributi giovani non sono cumulabili, perché si fa il contributivo puro senza accorgersi che c'è bisogno di solidarietà, non me la piglio con i pensionati e le loro quattordicesime. Non è una prestazione assistenziale, è previdenza. Cosa fai, a quello che ha venti appartamenti gli togliamo la pensione?". Così il segretario generale della Cgil Susanna Camusso arrivando a un convegno sui diritti universali dei lavoratori con il gruppo del Senato del M5S. 

Camusso continua a rispondere alle affermazioni del presidente dell'Inps Tito Boeri: "La tesi è che siccome è aumentata la povertà nel nostro Paese i poveri devono dare dei soldi agli altri poveri. In un Paese in cui non c'è la progressività fiscale, né la patrimoniale, non hai nessun elemento di redistribuzione della ricchezza, facciamo la guerra tra quelli che hanno pochi soldi e hanno bisogno della quattordicesima e quelli che sono ancora più poveri. Pensiamo di risolverlo così il tema del Paese?". "Contrapponiamo quelli che sono andati in pensione, avendo lavorato tanto, ai giovani? Occupiamoci piuttosto della pensione futura dei giovani. Facciamo la fase '2' della discussione con il governo, ma smettiamola di fare questa politica", rincara la segretaria della Cgil. "Lo schema" proposto da Boeri "è quello della redistribuzione tra i poveri e io non ci sto", rincara Camusso che spiega: "Questo non è un paese solo di poveri: è un Paese di un pezzo che si è arricchito e di una parte che si è impoverita. O trasferiamo un po' di ricchezze o facciamo una guerra tra i poveri".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, Ue stoppa Salvini su porti in Libia. Sì alla mediazione Conte

La Commissione spinge per "soluzioni europee" e maggiore cooperazione tra gli Stati. No categorico sulla possibilità di riconoscere i porti libici come sicuri

Montecitorio. Manifestazione del Movimento 5 stelle contro il Rosatellum

Decreto Dignità, Fico: "Credo a Di Maio". E la 'manina' diventa un'ossessione

Per il ministro "il numero della relazione una questione da chiarire ancora"

Funerali di Carlo Vanzina alla Basilica di Santa Maria degli Angeli

Vigilanza Rai, Berlusconi vuole Barachini. Per Consulta accordo su Antonini

La candidatura potrebbe essere apprezzata anche dal Movimento 5 Stelle

TOPSHOT-ITALY-EUROPE-POLITICS-MIGRANTS

Sbarcati a Pozzallo i 450 migranti. Sì da Spagna e Portogallo. Salvini: "Successo politico". Ue: "Italia ha ragione su cooperazione"

Oltre Germania, Francia e Malta anche i due paesi iberici e l'Irlanda prenderanno una quota di persone. Governo: "Per la prima volta sono sbarcati in Europa"