Lunedì 19 Giugno 2017 - 13:45

Ergastolo per Pellicanò: fece esplodere casa e uccise 3 persone

Il pubblicitario 52enne ritenuto responsabile dell'omicidio plurimo avvenuto in via Brioschi a Milano

Pellicanò condannato all'ergastolo: fece esplodere palazzina, uccise compagna e vicini

Il gup di Milano Chiara Valori ha condannato all'ergastolo Giuseppe Pellicanò, il pubblicitario 52enne che nel giugno del 2016 ha fatto esplodere l'appartamento dove abitava in via Brioschi a Milano, uccidendo la ex compagna Micaela Masella e i vicini Riccardo Maglianesi e Chiara Magnamassa.

LA FAMIGLIA DI MICAELA: SENTENZA NON CI RESTITUISCE NOSTRA FIGLIA. "Siamo soddisfatti della sentenza, ma se  i giudici avessero dato" Pellicanó una sentenza più lieve "avrebbe significato che non era tanto responsabile e questo in un certo senso mi avrebbe sollevato un po', anche se mia figlia non c'è più". La condanna all'ergastolo, invece, "vuol dire che lui ha fatto tutto questo volendolo fare". Questo è il commento a caldo di Roberta Bestetti Masella, la mamma di Micaela. "Purtroppo - ha aggiunto il padre, Aldo Masella - è una sentenza che non ci restituisce Micaela".

Il giudice ha anche dichiarato decaduta la patria potestà di Pellicanó nei confronti delle due figlie, che nell'esplosione sono rimaste gravemente ustionate. Le bimbe, dopo l'arresto del padre, sono affidate ai nonni. "Quando saranno più grandi le bambine decideranno loro quello che vorranno fare con il loro padre - hanno aggiunto i nonni - adesso sono piccole, devono solo giocare, crescere e diventare delle brave ragazze come già sono". La sorella della vittima, Alessia, ha ricordato infine che le istituzioni devono "aiutare le famiglie che sono protagoniste di delitti come questo" e aiutare "i bambini che rimangono soli, senza ne mamma né papà, che sono tanti, ogni giorno di più, e cominciano a essere un esercito".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, pietra d'inciampo danneggiata da vandali

Shoah, sfregiata pietra d'inciampo a Milano. Sala: "Non ci piegheremo"

Deturpata con un oggetto metallico la targa dedicata a Angelo Fiocchi

Udienza per Fabrizio Corona su sequestro soldi e casa

Corona, pm ai giudici: "Ridategli 1,8 milioni, ma non la casa"

L'avvocato dell'ex re dei paparazzi: "Si è comportato da sciamannato ma non è un delinquente"

Pericolo valanghe in Alta Val Venosta: evacuato un hotel

Situazione critica nella provincia di Bolzano, allerta di grado 5