Venerdì 29 Settembre 2017 - 14:00

Pedofilia, ex parroco ai domiciliari evade da clinica in taxi

Era ricoverato per un peggioramento delle sue condizioni di salute

Un ex parroco, accusato di reati sessuali su minori, è evaso mercoledì 27 settembre, da una clinica dei Castelli romani dove era agli arresti domiciliari. Don Ruggero Conti, ex parrocco della chiesa della Natività di Maria Santissima Selva Candida, condannato per pedofilia a 14 anni e 2 mesi, ha lasciato la struttura sanitaria di Genzano, dove era ricoverato per un peggioramento delle sue condizioni di salute, a bordo di un taxi. Il prelato è stato accusato di aver abusato di sette ragazzini che gli erano stati affidati sia nell'oratorio della chiesa che in alcuni campi estivi. Le ricerche sono affidate al nucleo operativo della compagnia di Velletri e la stazione dei carabinieri di Genzano.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Roma, donna uccisa in sottopasso: fermato un clochard

L'uomo ha ammesso l'omicidio della senzatetto di 39 anni trovata morta vicino Porta Pia

"Incendiato nella notte il portone della sede Pd a Ostia". Renzi: "Non abbiamo paura"

Le reazioni su twitter. Alle 18 il Pd davanti al circolo bruciato. La sera prima la manifestazione promossa da Libera e Fnsi. Domenica il ballottaggio.

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Aggredita e uccisa in un sottopasso a Roma: sentiti clochard

Domani l'autopsia sul corpo della 49enne brasiliana

Roma, ritrovamento di un cadavere in un sottopasso del Muro Torto

Donna aggredita e uccisa in pieno centro di Roma

Il cadavere trovato in un sottopasso a pochi metri da Porta Pia. Forse è stata violentata. Terzo omicidio in pochi giorni nella capitale