Lunedì 20 Febbraio 2017 - 18:00

Pd verso scissione, Rossi: Mi sento fuori da partito. E Letta si sfoga: Non può finire così

Bersaniani annunciano "no alla direzione". Orlando prova a mediare: "Se può evitare spaccatura, mi candido"

Pd verso scissione, Rossi: Mi sento fuori da partito

La minoranza Pd che fa capo a Pier Luigi Bersani non parteciperà alla Direzione dem convocata per domani. "Non saremo in direzione", ha confermato Nico Stumpo. Domani all'odg c'è la nomina della commissione di garanzia per il congresso. il ministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd) intervenendo ad Agorà, su RaiTre, prova a fare da mediatore: "Non mi pare serva mettere altri candidati alla segreteria in lizza. Se la mia candidatura impedisse la scissione, sarei già candidato. Non ho capito quale sia il problema in questo passaggio...". 

"Sì, dopo quello che è accaduto non c'è altra possibilità".  Così Enrico Rossi, presidente della Toscana, risponde a Cartabianca su RaiTre a chi gli chiede se si senta già fuori dal partito. Rossi, presidente della Regione Toscana, annuncia un nuovo gruppo: "Ci sarà, a quanto mi risulta, un gruppo formato da chi esce dal Pd e chi esce da Sinistra Italiana, ma sosterrà il governo Gentiloni". Intanto, arriva lo sfogo dell'ex premier Enrico Letta. "Non può finire così. Guardo attonito al cupio dissolvi del Pd. Mi dico che non può finire così. Non deve finire così". Lo scrive su Facebook. "Oggi non ho altro che la mia voce, e non posso fare altro che usarla così, per invocare generosità e ragionevolezza. No, non può finire così". Letta aggiunge: "A distruggere ci si mette un attimo, a costruire, una vita. Ricostruire da tutte queste macerie, per chi ci si metterà, sarà lavoro ai limiti dell'impossibile". 

Francesco Boccia, deputato della minoranza Pd, oggi a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, ha parlato a lungo del delicato momento del suo partito. "Se Renzi proseguirà andando avanti per la sua strada? Ci guarderemo in faccia e decideremo il da farsi". Entro domani sera, quindi, si saprà se avverrà la scissione oppure no? "Si, almeno per quanto mi riguarda". Sarà così anche per Emiliano, Speranza e gli altri? "Immagino di sì. Non penso che vogliano prendere una decisione prima di aver sentito come va a finire".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra