Giovedì 17 Marzo 2016 - 20:30

Pd, Gotor: Non c'è bisogno di flirtare con Verdini

"Se Renzi lo fa è perché non può e non vuole fare diversamente" attacca l'esponente della minoranza dem

Pd, Gotor: Non c'è bisogno di flirtare con Verdini

 "Gli sviluppi giudiziari di Verdini erano prevedibili perché c'erano in ballo 5 rinvii a giudizio per reati gravi, fra cui quello sulla P3. Questo era il problema, non che fosse il mostro di Loknees o il colore dei suoi mocassini come si è voluto far credere. Fermo restando il principio garantista che si è innocenti fino all'ultimo grado di giudizio, resta un nodo politico che la condanna di oggi rafforza: il Pd non aveva e non ha alcun bisogno di filtrare con Verdini e di ricorrere ai suoi voti, neppure al Senato". Così il senatore della minoranza Pd, Miguel Gotor, dopo la notizia della condanna di Denis Verdini. "Se Renzi lo fa - aggiunge il senatore - è perché evidentemente non può e non vuole fare diversamente: del resto, tra i due, c'è un sodalizio che risale alle origini della ascesa politica di Renzi, quando i voti dI Verdini e dei suoi amici fiorentini furono necessari affinché egli superasse di un soffio il 40 per cento alle primarie e dunque vincesse al primo turno la candidatura per correre da sindaco. Il resto è storia nota, una storia che non piace a tanti iscritti del Pd ed elettori del centrosinistra che ritengono che il nostro partito non debba avere nulla a che fare con uno dei rappresentanti più noti della stagione berlusconiana, ma evidentemente è proprio vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quirinale. Consultazioni

Napolitano operato al cuore d'urgenza. "Intervento riuscito. Ha tempra forte"

Il presidente emerito (92 anni) ha accusato un dolore al petto. E' stato portato al San Camillo. L'operazione riguarda l'aorta

Camera dei Deputati - Consultazioni del Presidente incaricato Roberto Fico

'Disgelo' M5S-Pd. Ma distanza sui programmi tra Martina e Di Maio

Salvini: "Amoreggiano solo per andare al potere". Apertura dei dem dopo il colloquio, ma la linea definitiva da tenere si deciderà in direzione

Il Presidente Mattarella riceve Roberto Fico nell'ambito delle Consultazioni

Pd diviso sul dialogo col Movimento 5 stelle. Marcucci: "Dura, ma possibili sorprese"

Franceschini: "Stop a pregiudizi, non possiamo dire sempre no". Salvini duro: "Farò di tutto per evitare dem al governo"

Montecitorio, gli arrivi alla seduta inaugurale della nuova Camera della diciottesima legislatura

Di Maria (Pd): "Sul dialogo con M5S consultiamo gli iscritti"

Parla il tesoriere del gruppo dem alla Camera. "Premessa al dialogo: chiudere con la Lega. O parlano con loro o parlano con noi"