Giovedì 17 Marzo 2016 - 20:30

Pd, Gotor: Non c'è bisogno di flirtare con Verdini

"Se Renzi lo fa è perché non può e non vuole fare diversamente" attacca l'esponente della minoranza dem

Pd, Gotor: Non c'è bisogno di flirtare con Verdini

 "Gli sviluppi giudiziari di Verdini erano prevedibili perché c'erano in ballo 5 rinvii a giudizio per reati gravi, fra cui quello sulla P3. Questo era il problema, non che fosse il mostro di Loknees o il colore dei suoi mocassini come si è voluto far credere. Fermo restando il principio garantista che si è innocenti fino all'ultimo grado di giudizio, resta un nodo politico che la condanna di oggi rafforza: il Pd non aveva e non ha alcun bisogno di filtrare con Verdini e di ricorrere ai suoi voti, neppure al Senato". Così il senatore della minoranza Pd, Miguel Gotor, dopo la notizia della condanna di Denis Verdini. "Se Renzi lo fa - aggiunge il senatore - è perché evidentemente non può e non vuole fare diversamente: del resto, tra i due, c'è un sodalizio che risale alle origini della ascesa politica di Renzi, quando i voti dI Verdini e dei suoi amici fiorentini furono necessari affinché egli superasse di un soffio il 40 per cento alle primarie e dunque vincesse al primo turno la candidatura per correre da sindaco. Il resto è storia nota, una storia che non piace a tanti iscritti del Pd ed elettori del centrosinistra che ritengono che il nostro partito non debba avere nulla a che fare con uno dei rappresentanti più noti della stagione berlusconiana, ma evidentemente è proprio vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Book City - Presentazione del libro di Walter Veltroni

Centrosinistra, su art.18 ancora scontro Pd-Mdp. Veltroni: "Restano macerie"

I 'no' di Roberto Speranza e Pier Luigi Bersani non sono piaciuti a chi, dall'ex sindaco di Roma a Romano Prodi, è in campo per "costruire ponti"

Ostia, chiusura campagna elettorale ballottaggio per presidente municipio

M5s, Di Battista fa un passo indietro: "Non mi ricandido in Parlamento"

L'annuncio in diretta Fb: "Ma non abbandono il Movimento"

M5S, Giuliana Di Pillo incontra la stampa al Pontile di Ostia

Ostia, Picca attacca Di Pillo: "Sua vittoria sporcata dai clan"

Il giorno dopo il ballottaggio la candidata del centrodestra attacca: "M5s ha perso il 17% dei consensi"

Prete paragona Bonino a Riina, lei replica: "Ha insultato Parlamento e metà Paese"

Don Pieri su Facebook aveva attaccato l'esponente Radicale per il suo impegno per la legge sull'aborto