Venerdì 17 Febbraio 2017 - 10:00

Pd, Franceschini: Rottura incomprensibile, primarie a maggio

"Se ci capiterà questa disgrazia della scissione cosa scriveranno tra 10 anni gli storici?"

Pd, Franceschini: Una rottura sarebbe incomprensibile, primarie a maggio

 "Se ci capiterà questa disgrazia della scissione cosa scriveranno tra 10 anni gli storici? E' successo perché alcuni volevano fare il congresso a settembre e altri ad aprile? Sarebbe incomprensibile. Ma per il nostro popolo lo è anche ora". Lo afferma, in un'intervista a Repubblica, il ministro dei Beni culturali ed esponente dem, Dario Franceschini. La sua proposta di mediazione tra il segretario Matteo Renzi e la minoranza del Pd è allungare i tempi del congresso fino a maggio, con primarie il 7, poi la campagna elettorale per le amministrative di giugno e trasformare la convenzione, cioè la presentazione dei candidati, in un appuntamento di tre giorni per discutere anche linea del partito. Franceschini ammette di non essere equidistante, appoggia la maggioranza renziana, ma "capisco il disagio della minoranza", sottolinea. "Poi bisognerebbe ragionare anche su un semplice calcolo algebrico. Visto che ci sono tre poli equivalenti, noi, Grillo e la destra, se il Pd si divide è più facile che le elezioni le vincano o i 5stelle o Berlusconi e Salvini".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Regeni, 4 settembre informativa governo su rapporti Italia-Egitto

Regeni, a settembre governo informerà su rapporti Italia-Egitto

Sinistra Italiana attacca: "E' urgente, rinvio è inaccettabile"

Salvini al Palasport di Ponte di Legno per il tradizionale comizio di Ferragosto

Lega, Salvini a Ponte Legno e Bossi a Pontida 'separati in casa'

Salvini e Bossi: una distanza non solo logistica ma soprattutto politica: Salvini alle prossime elezioni nazionali potrebbe presentare una nuova Lega a vocazione nazionale

Viminale. Riunione del Comitato per l'Ordine e la sicurezza

Minniti: "Gestire flussi migratori. Vedo luce in fondo a tunnel"

Il resconto del ministro degli Interni a Ferragosto. E sulle Ong: "Rispettiamo chi non ha firmato il codice"

Assemblea nazionale di Confesercenti

Boldrini: Non lascio social, sarebbe una sconfitta

La presidente della Camera torna a commentare la decisione di procedere per vie legali nei confronti di chi la insulterà sui social network