Mercoledì 22 Febbraio 2017 - 22:00

Pd, Emiliano: Se sarò segretario riporterò Rossi e Speranza

"Basta segretari che eliminano art.18 senza consultare base"

Pd, Emiliano: Se sarò segretario riporterò Rossi e Speranza

"Ho sofferto quando Rossi e Speranza hanno deciso di lasciare il Pd". Così Michele Emiliano presidente della Regione Puglia, intervistato su La7, a La Gabbia. "Ho capito però le loro ragioni, i motivi per i quali sono andati via, e spero, se diventerò segretario, di riportarli al più presto a casa loro, nel Pd".  "Non mi sento di averli traditi. Eravamo talmente arrabbiati che c'era stato un momento in cui avevamo pensato anche all'ipotesi della scissione". "Io non me la sono sentita di regalare il Pd a Renzi. E grazie al fatto di essermi candidato il Pd non è ancora il partito personale di Renzi" ha aggiunto l'ex magistrato.

"Basta segretari che decidono di eliminare l'articolo 18 senza consultare la base del partito" ha chiosato Emiliano sottolineando: "Al popolo del 4 dicembre dobbiamo una risposta".

LEGGI ANCHE: PD, EMILIANO E ORLANDO SI CANDIDANO ALLA SEGRETERIA

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

Scuola, ministra Fedeli: "Portare l'obbligo scolastico a 18 anni"

"Si dovrebbe fare una rivisitazione complessiva dei cicli scolastici da un punto di vista della qualità"

Bormio, il comizio di Matteo Salvini

Ius soli, Lega contro Papa: Lo faccia in Vaticano

Il centrodestra, senza entrare nel merito, prende le distanze dalla legge, mentre la Lega è durissima

Paolo Gentiloni al Meeting di Rimini 2017

Terrorismo, Gentiloni: Nessuno salvo, non rinunceremo a libertà

All'indomani delle minacce Isis all'Italia, il premier e il ministro degli Affari Esteri parlano della sicurezza in Italia

Palazzo Chigi - Consiglio dei Ministri

Ius soli, Gentiloni riapre partita: Conquista di civiltà. Salvini: Follia

"Diventando cittadini italiani si acquisiscono diritti ma anche doveri", dice il premier. Durissima la risposa della destra