Giovedì 04 Gennaio 2018 - 07:45

Pavia, brucia un capannone di rifiuti plastici: allarme nube tossica

Il rogo divampato nell'edificio in disuso da anni

Pavia, deposito abbandonato in fiamme: vigili del fuoco al lavoro

Le fiamme alla fine sono state domate e nessuno a Corteolona e Genzone e a Inverno e Monteleone ha dovuto lasciare la propria casa. La paura, però, è stata tanta. Quello divampato ieri sera, intorno alle 19.30, in un capannone abbandonato di proprietà di una immobiliare di Milano è l'ultimo di una lunga serie di incendi che negli ultimi mesi sono scoppiati nelle campagne pavesi.

Gli abitanti della zona sono stati invitati dal sindaco Angelo Della Valle a restare in casa, con le finestre chiuse, e a rivolgersi ai presidi sanitari in caso di disturbi alle vie respiratorie, dopo che  l'area è stata investita da una nube nera che si è sprigionata dalle fiamme. A bruciare, tra l'altro, anche plastica e pneumatici.
L'ordinanza riguarda anche le attività commerciali e industriali e prevede il divieto di pascolo degli animali. Prescrizioni che resteranno finché tutte le macerie, nelle prossime ore, saranno rimosse.

Immediato l'intervento dell'Arpa, che già nella notte ha inviato il proprio personale per fare le analisi e valutare i rischi per la salute pubblica. "Dalla verifica dei valori degli inquinanti generici tipici degli incendi ù spiega l'agenzia in una nota ù come NO2 (biossido di azoto) e SO2 (biossido di zolfo), rilevati dalle centraline della qualità dell'aria nella zona intorno al luogo dell'incendio, non si evidenzia alcuna anomalia rispetto al loro consueto andamento giornaliero. Il monitoraggio dei microinquinanti" come diossina e ipa  "attraverso il campionatore ad alto volume, invece, prosegue per altre 24 ore". Per conoscere i risultati, quindi, bisognerà attendere i prossimi giorni.

A bruciare è stata una struttura industriale di oltre 2mila metri quadri inutilizzata, almeno ufficialmente, da 4 anni. Negli ultimi tempi, però, i cittadini avevano notato un andirivieni sospetto di camion. Tanto che il sindaco di Corteolona e il collega di Inverno e Monteleone, Enrico Vignati, avevano segnalato la situazione ai carabinieri e alla Procura di Pavia. Anche in assenza di prove certe, l'ipotesi del gesto volontario resta una delle più accreditate.

Di "fenomeni oscuri come lo smaltimento illecito dei rifiuti" ha parlato anche il candidato Pd alla presidenza di Regione Lombardia Giorgio Gori, che questa mattina è andato a Corteolona per sottolineare la "necessità di potenziare e sostenere economicamente l'agenzia per la protezione dell'ambiente e di creare cabine di regia che, in territori simili, tenga insieme l'attività d Arpa, Ats e delle forze dell'ordine".

Critico anche Dario Violi, candidato M5S alle elezioni regionali in Lombardia. "Quante volte - ha detto - dovremo ancora assistere a tutto questo? Mi auguro che forze dell'ordine, che hanno già iniziato le indagini, facciano chiarezza sull'accaduto, ma è arrivato il momento di dire basta. Questo non è il primo incendio e non sarà l'ultimo. Novate Milanese, Paderno Dugnano, Bruzzano e ora Pavia, nel giro di pochi mesi. Non è un segreto che il business dei rifiuti sia in mano alla criminalità organizzata, ma le istituzioni possono fare la loro parte".

Il governatore Roberto Maroni ha telefonato al sindaco di Inverno e Monteleone Vignati, incaricato di coordinare gli altri sindaci della zona e ha "garantito il sostegno economico della Regione per mettere in sicurezza l'area. Il sindaco - dice Maroni - mi ha ringraziato per l'intervento tempestivo di Regione Lombardia, avvenuto sotto il coordinamento dell'assessore all'Ambiente Claudia Terzi e di Arpa".

Loading the player...
Scritto da 
  • Benedetta Dalla Rovere
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino, crollato un pezzo della scenografia della Turandot al Regio

Torino, cade pezzo di scenografia al Teatro Regio: feriti due coristi

L'incidente durante il secondo atto della Turandot

Fontane prese d'assalto dai turisti

Cambia il clima: gli ultimi tre anni tra i più caldi di sempre

Uno studio OMM. Anche il 2017 si colloca ai livelli degli altri due confermando una tendenza. Forte il riscaldamento Artico

Milano, presidio memoria lavoratori della Lamina

Milano, incidente sul lavoro in un'azienda: morto il quarto operaio

Era sopravvissuto ma è rimasto in condizioni critiche per giorni. Nella disgrazia hanno perso la vita altri tre colleghi: uno era il fratello