Martedì 18 Ottobre 2016 - 18:30

Parla Carla, data alle fiamme dal fidanzato: Ho fatto 20 operazioni

Per l'uomo i pm hanno chiesto 15 anni per tentato omicidio

Parla Carla, data alle fiamme dal fidanzato: Ho fatto 20 operazioni

"Ormai ho già fatto 20 operazioni": queste le prime parole a 'Pomeriggio 5' di Carla Caiazzo, la donna di Pozzuoli data alle fiamme dal fidanzato Paolo lo scorso primo febbraio. L'uomo adesso si trova nel carcere di Poggioreale e dopo aver scelto il rito abbreviato, i pm, per lui, hanno chiesto 15 anni per tentato omicidio.

Carla era incinta al momento del fatto, ma fortunatamente sono riusciti a farla nascere e "cresce bene ed è serena" sottolinea Carla che prosegue: "L'ho chiamta Giulia Pia perché sono molto credente in Padre Pio. Non l'ho potuto veder subito anche perché sono uscita dal coma dopo 3 settimane, ma appena l'ho vista mi ha dato tanto energia. Un giorno spero di riuscire a rimuovere completamente quanto mi è successo, perché la mia vita è cambiata completamente. Mi fa piacere comunque vedere tutta questa vicinanza da parte degli italiani".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

In aula tensioni tra Corona e il fidanzato di Nina Moric

In aula tensioni tra Corona e il fidanzato di Nina Moric

Luigi Favoloso era stato accusato di aver messo una bomba carta sotto casa dell'ex re dei paparazzi

Mafia Capitale, chiesti 515 anni di carcere per i 46 imputati

Mafia Capitale, chiesti 515 anni di carcere per i 46 imputati

Le accuse vanno dalla corruzione alla turbativa d'asta, fino all'associazione mafiosa

Teste confida: Corona mi disse di aver dato 2 milioni a Francesca Persi

Teste confida: Corona mi disse di aver dato 2 milioni a Persi

Da quanto ha raccontato in aula il suo amico, si è sfogato con lui durante una pausa di una partita a carte tra amici

Rigopiano, tra 6 indagati sindaco Farindola e presidente Provincia

Rigopiano, tra 6 indagati sindaco Farindola e presidente Provincia

Il primo cittadino: Si tratta di un atto giudiziario dovuto