Mercoledì 16 Marzo 2016 - 17:45

Parigi, quattro fermati: pianificavano attacco imminente

Secondo la televisione TF1, si tratta di tre uomini e una donna. I quattro erano già schedati

Parigi, fermati 4 presunti estremisti: pianificavano attacco imminente

La polizia antiterrorismo francese ha fermato quattro presunti estremisti islamici, per il sospetto che stessero pianificando un imminente attacco nel centro di Parigi. A riferirlo la televisione TF1. Si tratta di tre uomini e una donna, fermati all'alba nella capitale e nel sobborgo di Seine-Saint-Denis. Secondo TF1, i quattro erano già schedati per i loro legami con estremisti islamici.

Tra i sospetti Aytac ed Ercan B., due fratelli francesi di origine turca. Ma gli agenti antiterrorismo si stanno concentrando in particolare Youssef E., un islamista già noto servizi.

Stando a quanto riporta TF1, il francese di 28 anni era già stato condannato a 5 anni di carcere nel marzo 2014. La polizia l'aveva arrestato due anni fa in aeroporto Saint-Etienne con due complici mentre si stavano preparando a partire per la Siria. Youssef E. era stato poi rilasciato dalla prigione di Fresnes, Val-de-Marne, nel mese di ottobre 2015. Era agli arresti domiciliari dal 29 febbraio. La donna arrestata questa mattina sarebbe la sua compagna.

Secondo la polizia, i quattro sospetti erano diventati una seria minaccia. Durante la perquisizione di questa mattina, gli investigatori hanno trovato una cartuccia di un kalashnikov, una pistola di allarme, l'hardware, memory stick e cassetta di sicurezza. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Goteborg, scontri ad una marcia dell'estrema destra

Svezia, bomba esplode davanti a stazione della polizia

È accaduto a Helsingborg, nel sud della Svezia. Per il momento non sembrerebbero esserci vittime

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

E sull'economia annuncia: "Puntiamo ad avere tassi d'interesse e i tassi di cambio più basati sul mercato"

Nigeria, bombe a Abuja

Nigeria, liberato don Pallù. Alfano: "Sta bene"

Il sacerdote della diocesi di Roma era da tre anni in missione nel Paese africano. Gioisce la parrocchia di San Bartolomeo

Il direttore di Amazon Studios si dimette per accuse di molestie sessuali

Avrebbe inoltre ignorato le denunce di un'attrice su abusi sessuali che avrebbe subito da Weinstein