Sabato 20 Maggio 2017 - 12:30

Papa: La disoccupazione ci preoccupa, è drammatica

"Deve essere affrontato per un senso di giustizia tra le generazioni"

Papa: Preoccupati per disoccupazione, ha proporzioni drammatiche

"Come non potremmo essere preoccupati per il grave problema della disoccupazione dei giovani e degli adulti che non dispongono dei mezzi per 'promuovere' sé stessi? E' un problema che ha assunto proporzioni veramente drammatiche sia nei Paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo e che chiede di essere affrontato per un senso di giustizia tra le generazioni e di responsabilità per il futuro". Così Papa Francesco ai partecipanti al convegno della Fondazione Centesimus Annus-Pro Pontifice in Vaticano.

 "In modo analogo, gli sforzi per affrontare l'insieme delle questioni connesse alla crescita delle nuove tecnologie, alla trasformazione dei mercati e alle legittime aspirazioni dei lavoratori devono prendere in considerazione non solo gli individui ma anche le famiglie".

"Questa, come sapete - ha sottolineato -, e' stata una preoccupazione espressa dalle recenti Assemblee sinodali sulla famiglia, che hanno rilevato come l'incertezza nelle condizioni lavorative spesso finisce per aumentare la pressione e i problemi della famiglia ed ha un effetto sulla capacita' della famiglia di partecipare fruttuosamente alla vita della societa'". Il Papa ha espresso il suo apprezzamento per gli "sforzi" della Fondazione Centesimus Annus-Pro Pontifice "nel cercare modi alternativi di comprensione dell'economia, dello sviluppo e del commercio, per rispondere alle sfide etiche poste dall'imporsi di nuovi paradigmi e forme di potere derivate dalla tecnologia, dalla cultura dello spreco e da stili di vita che ignorano i poveri e disprezzano i deboli". Ha quindi rilevato che "la vostra Dichiarazione di quest'anno nota giustamente che la lotta contro la poverta' esige una migliore comprensione di essa come fenomeno umano e non meramente economico".

 "Promuovere lo sviluppo umano integrale - ha osservato - richiede dialogo e coinvolgimento con i bisogni e le aspirazioni della gente, richiede di ascoltare i poveri e la loro quotidiana esperienza di privazioni molteplici e sovrapposte, escogitando specifiche risposte a situazioni concrete". "Cio' richiede di dar vita, all'interno delle comunita' e tra le comunita' e il mondo degli affari - ha aggiunto -, a strutture di mediazione capaci di mettere insieme persone e risorse, iniziando processi nei quali i poveri siano i protagonisti principali e i beneficiari". "Un tale approccio all'attivita' economica, basato sulla persona - ha concluso Francesco -, incoraggera' l'iniziativa e la creativita', lo spirito imprenditoriale e le comunita' di lavoro e d'impresa, e in tal modo favorira' l'inclusione sociale e la crescita di una cultura di solidarieta' efficace".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito

Cdp, chi è Palermo: manager interno che ha lavorato a Fincantieri

Lavora già a Cdp da quasi 4 anni, dove è Chief Financial Officer

Camera dei Deputati - Voto di fiducia al governo Conte

Cdp, c'è l'accordo sulle nomine: l'ad sarà Fabrizio Palermo. Fumata bianca dopo il vertice a Palazzo Chigi

Sbloccato l'impasse. Di Maio: "L'intesa è un'ottima notizia". Tria incassa la nomina desiderata al Tesoro: Rivera nuovo dg