Sabato 06 Maggio 2017 - 13:15

Papa: Hanno chiamato 'madre' una bomba, mi sono vergognato

Bergoglio torna sulla 'superbomba' sganciata sull'Afghanistan dagli Usa parlando ai ragazzi della Scuola della Pace

Papa: Lo sfruttamento sul lavoro è peccato mortale e distruzione

"Io mi sono vergognato quando ho sentito il nome di una bomba, la hanno chiamata 'la madre di tutte le bombe'. La mamma dà vita e questa dà morte, e noi diciamo mamma a quell'apparecchio". Così Papa Francesco parlando della 'Superbomba' sganciata sull'Afghanistan dagli Stati Uniti, parlando ai ragazzi della Scuola della Pace, che gremivano oggi l'Aula Nervi in Vaticano.
Rivolgendosi, stamattina, agli studenti che lo ascoltavano in aula Paolo VI in Vaticano, Bergoglio ha detto: "Questo non avviene solo nei paesi in via di sviluppo, ma anche in Europa, In Italia. In Italia si sfruttano le persone quando vengono pagate in nero, quando ti fanno il contratto da lavoro da settembre a maggio, senza continuità. Questo si chiama distruzione, questo è peccato mortale".

"Lo sfruttamento - ha ammonito il Papa - è un altro affare con il quale il mondo guadagna oggi: bambini operai che lavorano da 7, 8, 9 anni senza istruzione. Il traffico delle persone nel lavoro dove la gente viene pagata 2 lire per mezza giornata di lavoro".

Il Pontefice, incontrando in Vaticano del Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani, ha segnalato: "Stiamo vivendo la tragedia più grande dopo la seconda guerra mondiale". E ancora: "Esiste un terrorismo delle chiacchiere. Quello che è abituato a fare chiacchiere è un terrostista. La chiacchiera è come una bomba che esplode e uccide. Chi chiacchiera se ne va e la chiacchiera distrugge le persone. Piuttosto bisogna mordersi la lingua".

Allargando il campo, in un altro passaggio del suo intervento di fronte a settemila studenti, provenienti da ogni parte d'Italia e accompagnati dai loro insegnanti, Bergoglio ha sottolineato: "Bisogna rifare un patto educativo tra famiglia, scuola e Stato". In aula Paolo VI era presente anche il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli che alla fine ha scambiato poche parole con il Papa, salutandolo e abbracciandolo.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara

Scossa di terremoto ad Ischia: danni e crolli

Ischia 'colpita' 12 volte: nel 1980 sisma più forte ma senza danni

Il terremoto del 28 luglio 1883 causò più di 2000 vittime perché capitò nel pieno della stagione turistica

Avaria in volo su aereo Alitalia: atterraggio d'emergenza a Cagliari

Avaria in volo su un aereo Alitalia: atterraggio d'emergenza a Cagliari

Momenti di paura a bordo: mentre sorvolava il mare è stato avvertito un forte rumore dal lato destro