Domenica 10 Luglio 2016 - 12:30

Papa: Il mio prossimo è anche il migrante che vogliono cacciare

Il pontefice al'Angelus: un vero cristiano fa e non parla soltanto. E cita Mina: Parole, parole, parole

Papa Francesco

"Chi è il mio prossimo? Chi devo amare come me stesso? I miei parenti? I miei amici? I miei connazionali? Quelli della mia stessa religione?". Papa Francesco, nell'Angelus della domenica dalla loggia delle benedizioni del Palazzo Apostolico su piazza San Pietro, cita la parabola del buon samaritano. "Nel suo racconto semplice e stimolante - spiega il pontefice - indica uno stile di vita, il cui baricentro non siamo noi stessi, ma gli altri, con le loro difficoltà, che incontriamo sul nostro cammino e che ci interpellano. Gli altri ci interpellano e quando non ci interpellano qualcosa non funziona, qualcosa non è cristiano".
"Domandiamoci: la nostra fede è feconda? Produce opere buone? Oppure è piuttosto sterile, e quindi più morta che viva? Mi faccio prossimo o semplicemente passo accanto? Queste domande è bene farcele spesso, perché alla fine saremo giudicati sulle opere di misericordia; il Signore potrà dirci: 'Ti ricordi quella volta, sulla strada da Gerusalemme a Gerico? Quell'uomo mezzo morto ero io'. 'Quel bambino affamato ero io'. 'Quei migranti che vogliono cacciare via ero io'. 'Quel nonno solo ero io'", continua il Pontefice. 

E poi ammonisce: un vero cristiano fa e non parla soltanto."Mi viene in mente quella canzone - ha aggiunto citando Mina -: 'Parole, parole, parole'". "L'atteggiamento del buon samaritano è necessario per dare prova della nostra fede, la quale se non è seguita dalle opere, in sé stessa è morta, come ricorda l'apostolo Giacomo. Mediante le opere buone, che compiamo con amore e con gioia verso il prossimo, la nostra fede germoglia e porta frutto".
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Blitz allevatori all'Antitrust per la 'Guerra del latte'

Antitrust, al via al 13mo convegno: tra gli sponsor anche Intesa San Paolo

I lavori saranno aperti il prossimo 24 maggio dal Johannes Laitenberger, direttore generale della concorrenza della Commissione europea e dal presidenye Agcom Giovanni Pitruzzella

Bari, turista americana trovata morta in un b&b con lividi sul collo

Fermo, lite culmina in tragedia: pensionato uccide la moglie con un fucile

Le ha sparato tre colpi al petto, durante un litigio in camera da letto

Francavilla, uomo lancia figlia della convivente dal viadotto della A14 e si suicida

La tragedia del cavalcavia. "Filippone non aveva problemi psichici"

Chieti: tre le vittime della follia dell'uomo: la moglie, la figlia e lui stesso. Molti aspetti ancora da chiarire

Presentazione del progetto " Stradeinfesta "

Roma si mobilita per la Casa delle donne. Raggi: "Non la chiuderemo"

A rischio la storica sede di associazioni dei movimenti femministi in via della Lungara. La consigliera M5S Guerini intenderebbe trasformarla in un centro di coordinamento gestito da Roma Capitale