Domenica 15 Ottobre 2017 - 14:45

Papa convoca Sinodo per Amazzonia nel 2019: Indigeni senza prospettive

In piazza San Pietro Bergoglio ha presieduto la messa con il rito di canonizzazione di 35 nuovi santi

Papa Francesco celebra la Messa durante il 100° anniversario della Congregazione per le Chiese Orientali

L'amore è al centro dell'omelia della messa con la quale, in piazza San Pietro, il Papa canonizza 35 nuovi santi. "Le distanze dall'amore - dice papa Francesco - nascono non per cattiveria, ma perché si preferisce il proprio". Nel nuovo gruppo di beati figurano 30 martiri brasiliani e tre del Messico, oltre a due europei, tra i quali l'italiano Angelo da Acri. Questi i nomi: Andrea de Soveral e Ambrogio Francesco Ferro, sacerdoti diocesani, Matteo Moreira e 27 Compagni martiri; Cristoforo, Antonio e Giovanni, adolescenti martiri; Faustino Míguez, sacerdote professo dell'Ordine dei Chierici Regolari Poveri della Madre di Dio delle Scuole Pie (Scolopi), Fondatore della Congregazione delle Suore Calasanziane Figlie della Divina Pastora; e Angelo da Acri, sacerdote professo dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini.

La vita cristiana, sottolinea il pontefice, "è una storia d'amore con Dio, dove il Signore prende gratuitamente l'iniziativa e dove nessuno di noi può vantare l'esclusiva dell'invito: nessuno è privilegiato rispetto agli altri, ma ciascuno è privilegiato davanti a Dio". "Allora il Vangelo ci chiede da che parte stare - dice Papa Francesco - dalla parte dell'io o dalla parte di Dio? Perché Dio è il contrario dell'egoismo, dell'autoreferenzialità. Egli, ci dice il Vangelo, davanti ai continui rifiuti che riceve, davanti alle chiusure nei riguardi dei suoi inviti, va avanti, non rimanda la festa. Non si rassegna, ma continua a invitare. Di fronte ai 'no', non sbatte la porta, ma include ancora di più. Dio, di fronte alle ingiustizie subite, risponde con un amore più grande".

Poco dopo, nell'Angelus, il Papa torna a un'altro dei temi che più gli stanno a cuore: l'amore per la Terra, e parla di Amazzonia, convocando per l'ottobre del 2019 a Roma, l'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la regione. "Scopo principale di questa convocazione - sottolinea - è individuare nuove strade per l'evangelizzazione di quella porzione del Popolo di Dio, specialmente degli indigeni, spesso dimenticati e senza la prospettiva di un avvenire sereno, anche a causa della crisi della foresta Amazzonica, polmone di capitale importanza per il nostro pianeta". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Germania, sessione in parlamento a Berlino

Germania, Altomonte: "Rischio non sui mercati ma per agenda Ue"

Intervista al docente del dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico dell'Università Bocconi

FILE PHOTO -  File photo of Zimbabwe's President Robert Mugabe speaking to supporters at an election rally in Bindura

Zimbabwe, Mugabe: il politico 93enne rimasto al potere per 37 anni

A 36 anni cominciò la militanza politica e passò 10 anni in prigione. Ora ha rassegnato le dimissioni

Giorgio de Chirico

Rubata opera di De Chirico dal museo di Beziers in Francia

La "Composizione con autoritratto", dipinta nel 1926 è considerata di valore inestimabile

Zimbabwe, crescono lepressioni intorno al presidente Robert Mugabe

Zimbabwe, il presidente Robert Mugabe si è dimesso con una lettera

Lo comunica il presidente del Parlamento che stava per discuterne l'impeachment. L'anziano leader (93 anni) era al potere dal 1980