Domenica 09 Ottobre 2016 - 23:00

Papa annuncia 13 cardinali e guarda a Maria 'migrante'

Il Pontefice dedica una preghiera alle vittime dell'uragano Matthew

Papa Francesco durante il tradizionale Angelus della Domenica

Un pensiero e una preghiera per Haiti, uno sguardo rivolto alla Madonna "ragazza lontana dalla sua terra" e l'annuncio di un nuovo concistoro per dare voce alle periferie. Intensa la domanica di Papa Francesco che oggi ha celebrato il Giubileo Mariano in piazza San Pietro.

CONCISTORO - Verranno creati 13 nuovi cardinali di 11 Paesi in un Concistoro il prossimo il 19 novembre alla vigilia della conclusione del Giubileo della Misericordia. Tra questi (con diritto di voto in conclave) c'è un solo italiano. Si tratta dell'attuale nunzio a Damasco, in Siria, Mario Zenari, battagliero difensore delle minoranze cristiane e da cinque anni puntuale nel denunciare senza timore i crimini di guerra prima dell'Isis, poi del regime di Damasco, e poi di tutte le forze alleate. Nell'elenco figura un altro italiano, il vescovo emerito di Novara monsignor Renato Corti, che però non avrà diritto di voto in un eventuale conclave, avendo superato gli 80 anni. Corti, ex ausiliare del cardinale Martini, è stato scelto per il suo impegno a favore dei poveri. A lui Bergoglio aveva affidato le meditazioni alla Via Crucis l'anno scorso.

MARIA MIGRANTE - Questa mattina, prima dell'Angelus, durante la celebrazione del Giubileo Mariano, Bergoglio aveva ricordato l'importanza di "saper ringraziare Dio per i tanti doni che ci fa nella nostra vita e seguire l'esempio di Maria, una semplice ragazza di Nazaret, che non viveva nei palazzi del potere e della ricchezza, che non ha compiuto imprese straordinarie" ma che è stata "scelta da Dio per essere la Madre del Salvatore". "In questa giornata giubilare ci viene proposto un modello, anzi, il modello a cui guardare: Maria, la nostra Madre. Lei, - ha detto il Papa - dopo aver ricevuto l'annuncio dell'Angelo, lasciò sgorgare dal suo cuore un cantico di lode e di ringraziamento a Dio. Anche la Madre di Dio, insieme col suo sposo Giuseppe, ha sperimentato la lontananza dalla sua terra".

PREGHIERA PER HAITI - Il Papa ha espresso, anche "dolore e vicinanza per le vittime dell'uragano ad Haiti. Prima della tradizionale recita dell'Angelus, il Pontefice ha sottolineato: "Ho appreso con dolore delle gravi conseguenze causate dall'uragano che nei giorni scorsi ha colpito i Caraibi, in particolare Haiti, lasciando numerose vittime e sfollati, oltre che ingenti danni materiali. Assicuro la mia vicinanza alle popolazioni ed esprimo fiducia nel senso di solidarietà della Comunità internazionale, delle istituzioni cattoliche e delle persone di buona volontà. Vi invito ad unirvi alla mia preghiera per questi fratelli e sorelle, così duramente provati".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

Ong-trafficanti, Alfano dà ragione a Zuccaro Gentiloni: Grato a volontari,

Il premier interviene sulla polemica. Renzi attacca M5s e Lega: Loro cercano voti. Grasso parla di strumentalizzazioni

Ucciso a Milano Anis Amri, l'attentatore di Berlino

Terrorismo, espulso cittadino egiziano: legami con Anis Amri

L'uomo, ritenuto 'pericoloso', era già condannato per diversi reati comuni

Papa Francesco in visita al Cairo

Papa: Unico estremismo per credenti è quello della carità

Trentamila fedeli all’Air Defense Stadium del Cairo. Il Pontefice: Vera fede ci porta a difendere i diritti degli altri

inquinamento e traffico - immagini generiche

Smog, il legale che ha battuto Gb: Italia rischia sanzioni Ue

Ugo Taddei, avvocato dell'associazione ClientEarth, non è stupito all'indomani dell'ultimatum della Commissione Europea