Domenica 17 Aprile 2016 - 13:45

Papa: A Lesbo ho visto tanto dolore, soprattutto tra i bambini

" Ai profughi e al popolo greco ho portato la solidarietà della Chiesa" ha detto Francesco

Papa Francesco in visita nell'isola greca di Lesbo

"Ringrazio quanti hanno accompagnato con la preghiera la visita che ho compiuto ieri nell'Isola di Lesbo, in Grecia. Ai profughi e al popolo greco ho portato la solidarietà della Chiesa. Erano con me il Patriarca Ecumenico Bartolomeo e l'Arcivescovo Ieronymos di Atene e tutta la Grecia, a significare l'unità nella carità di tutti i discepoli del Signore". Lo ha detto Papa Francesco dopo l'Angelus. "Abbiamo visitato uno dei campi dei rifugiati: provenivano da Iraq, Siria, Africa, da tanti paesi. Li abbiamo salutati circa 300 di questi profughi, uno a uno, tutti e tre - Patriarca Ecumenico Bartolomeo e l'Arcivescovo Ieronymos e io -. Tanti erano bambini, alcuni di loro hanno assistito alla morte dei genitori e dei compagni, alcuni morti in mare. Ho visto tanto dolore". - "Voglio raccontare un caso di un uomo giovane. Lui è musulmano, era sposato con una ragazza cristiana: si amavamo e si rispettavano, ma lei è stata sgozzata perché non ha voluto rinnegare la sua fede", ha aggiunto il papa.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Savoia, anche la salma di Vittorio Emanuele III è tornata in Italia

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere