Venerdì 20 Maggio 2016 - 17:30

Pannella, folla a camera ardente. Lettera al Papa: Ti voglio bene

Attorno al feretro, fiori, il tricolore e lo stendardo dell'Abruzzo. La compagna Parachini: Da Mattarella parole affettuose

Camera dei Deputati - Camera ardente per Marco Pannella

Giornata di lutto a Roma per Marco Pannella, scomparso ieri all'età di 86 anni. Mentre nella sala Aldo Moro a Montecitorio è stata allestita la camera ardente, con migliaia di persone in fila per dare l'ultimo saluto al leader dei Radicali, oggi è stata resa pubblica una sua lettera inviata al Papa, in cui Pannella esprime tutto il suo affetto per il Pontefice.

Attorno al feretro, rose, garofani rossi, le corone di fiori - tra cui quella della Presidenza del Consiglio - la bandiera italiana e lo stendardo dell'Abruzzo. La salma è stata vestita con sciarpa bianca e una cravatta rossa su vestito scuro.

Prima dell'apertura, dentro la sala c'erano già Emma Bonino e Matteo Angioli. Tra i primi politici ad arrivare, Stefano Fassina, Alfredo D'Attorre e Francesco Rutelli. Anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi e la presidente della Camera Laura Boldrini sono arrivati nella sala per rendere omaggio alla salma. Presenti inoltre il presidente Mattarella, Pietro Grasso e Giorgio Napolitano. Fuori da Montecitorio una coda di persone in attesa di entrare si è formata fin dalle tre meno un quarto, tra le persone comuni qualcuno porta una rosa.

LA COMPAGNA: DA MATTARELLA PAROLE AFFETTUOSE. "Mattarella ha ricordato di aver sentito Marco telefonicamente poco tempo fa e Matteo Angioli gli ha ricordato che è la prima persona che lui ha ricevuto quando è diventato Presidente della Repubblica. Sono stati molto affettuosi, niente di formale", racconta Mirella Parachini, compagna di Marco Pannella. Dopo essere rimasto qualche minuto in silenzio di fronte alla bara, il Presidente Mattarella si è infatti soffermato con i due giovani Laura Hant e Marco Angioli che hanno assistito Pannella fino alla fine e, soprattutto, con Mirella Parachini, prima di avviarsi all'uscita accompagnato da Emma Bonino.

 

Loading the player...

Variegata la fila di personalità che ha portato l'ultimo saluto a Pannella. Tra questi Achille Occhetto, Ignazio Marino, Francesco Rutelli, ma anche il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini, il senatore di Ala Lucio Barani e le parlamentari di Forza Italia Stefania Prestigiacomo e Melania Rizzoli.

IL MESSAGGIO DI MARINO. "Addio carissimo Marco, amico di una vita. Mia figlia mi ha commosso dicendomi che sarai il politico che più ricorderà", ha scritto l'ex sindaco di Roma Marino nel registro delle visite.

LA PREGHIERA DEI MONACI. Presente alla camera ardente anche una delegazione di monaci tibetani che ha intonato una preghiera e distribuito delle sciarpe bianche chiamate Khata, simbolo di purezza, che di solito si donano agli arrivi e alle partenze. I tibetani hanno invocato il Budda della compassione e hanno recitato un mantra che va ripetuto per 49 giorni, data dopo la quale lo spirito - se non è troppo attaccato alle cose materiali - può reincarnarsi.

 

E mentre a Roma si rende omaggio al leader dei Radicali è stata resa pubblica una sua lettera inviata a Papa Bergoglio. "Caro Papa Francesco, ti scrivo dalla mia stanza all'ultimo piano - vicino al cielo - per dirti che in realtà ti stavo vicino a Lesbo quando abbracciavi la carne martoriata di quelle donne, di quei bambini, e di quegli uomini che nessuno vuole accogliere in Europa", si legge nella missiva, che si conclude con un "Ti voglio davvero bene, tuo Marco". 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Quirinale, Consultazioni

Governo, Macron chiama Conte. Salvini: "In serata la nostra lista dei ministri al premier incaricato"

Polemiche su Paolo Savona all'Economia. Il leader del Carroccio: "Tempo da perdere non ne abbiamo"

Governo, resta nodo Savona. Conte vede Giansanti, in corsa per la carica di ministro degli Esteri

Salvini: "No a ministro che piace a Merkel". Casaleggio: "Mattarella e Conte troveranno soluzione". Renzi: "Spread colpa di Lega e M5s"

Paolo Gentiloni a piedi nei pressi di palazzo Chigi

Gentiloni lascia Chigi e scherza: "Non mi hanno mostrato la stanza dei bottoni"

Il premier uscente ha salutato i dipendenti: "Dovrebbe arrivare il nuovo esecutivo. Lasciamo il Paese con più lavoro, più diritti e conti a posto"