Domenica 21 Agosto 2016 - 09:45

Palinuro, oggi il recupero dei corpi dei sub scomparsi venerdì

Si trovano in un cunicolo profondo una cinquantina di metri

Palinuro, oggi il recupero dei corpi dei tre sub

E' prevista per mezzogiorno un'immersione per il recupero dei corpi dei tre sub rimasti intrappolati la mattina di venerdì scorso in un cunicolo delle Grotte di Punta Iacco a Palinuro, (Salerno). Gli speleosub dei vigili del fuoco, arrivati anche da Roma, Vicenza e Bari, hanno individuato ieri due corpi (quelli di Mauro Tancredi e Silvio Anzola) all'interno di uno cunicolo alla profondità di circa 50 metri e  - viene spiegato dagli uomini della sala operativa presente sul posto - presuppongono che il corpo del terzo sub, Mauro Cammardella, sia nello stesso cunicolo davanti agli altri. L'immersione, sottolineano fonti dei vigili del fuoco, deve essere "organizzata al millimetro" per non mettere in pericolo anche gli speleosub. La visibilità è scarsa e la presenza di sabbia sul fondale, che se mossa compromette ancora di più la trasparenza dell'acqua, rende difficili le operazioni, anche perché l'aria a disposizione - a quella profondità - non è molta.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bari, conferenza dopo operazione antiterrorismo

Camorra, arrestate le donne del clan: sorella e cognate del boss Zagaria

Da quando gli uomini sono in carcere, sono loro a guidare il crimine organizzato

Il Presidente della Repubblica in visita a Caserta

Reggia Caserta: crolla intonaco del '700 nella 'stanza delle dame'

L'i9ncidente avvenuto nella notte: nessun ferito. Percorso modificato per i visitatori

Napoli, duro colpo al clan Lo Russo: 43 persone arrestate

Blitz contro il traffico di droga. Sequestrato anche l'arsenale del gruppo criminale

Scampia, gli ultimi giorni delle Vele tra degrado, amianto e speranza

Una storia tormentata: un progetto di architettura sociale fallito per tanti motivi. La malavita, lo sgombero e, ora, le occupazioni abusive. Il rischio ambientale e il progetto per abbatterle. Una (su sette) resterà in piedi per ospitare l'Università