Lunedì 23 Maggio 2016 - 07:30

Operazione Maqueda: fermato gruppo criminale a Palermo

Violenze ed estorsioni ai commercianti stranieri nel quartiere Ballarò

Palermo, operazione Maqueda: fermato gruppo criminale a Ballarò

E' stata ribattezzata "Maqueda" l'operazione della Polizia di Stato, in corso dall'alba, capace di sgominare un gruppo criminale attivo nel quartiere Ballarò di Palermo. I poliziotti, circa un centinaio impiegati nell'operazione, hanno eseguito numerosi provvedimenti di fermo disposti dalla Direzione distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo: destinatari diversi soggetti che sono accusati di far parte, a vario titolo, di un gruppo che teneva sotto controllo una parte del quartiere palermitano e responsabile di decine di reati aggravati dal metodo mafioso e dalla discriminazione razziale, vicini alle famiglie mafiose di “Palermo Centro”.

Il gruppo criminale aveva da tempo imposto un controllo sul territorio del centro storico di Palermo, terrorizzando i commercianti stranieri. I reati contestati, dopo le indagini della Squadra Mobile, sono tentato omicidio, estorsione, incendio, rapina, violenza privata e lesioni personali tutti perpetrati ai danni di commercianti extracomunitari prevalentemente del Bangladesh. La svolta è arrivata dopo il fermo di Emanuele Rubino per il tentato omicidio di un giovane gambiano Yusupha Susso, ferito, lo scorso 4 aprile, con un colpo d’arma da fuoco alla testa ritenuto “colpevole” di avere reagito all’ennesimo atto di sopraffazione. 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Francavilla, uomo lancia figlia della convivente dal viadotto della A14 e si suicida

A 14, ragazzina giù da viadotto. Si uccide l'uomo che l'ha gettata

Francavilla (Chieti) è il compagno della madre della bambina (12 anni) che è morta. Questa mattina, la donna è volata dalla finestra della loro casa. E' morta all'ospedale. Si teme che l'uomo abbia ucciso madre e figlia

L'Udienza generale del mercoledì di Papa Francesco

La preghiera del Papa: "Riconciliazione in Terra santa e tutto il Medioriente"

Appello anche per il Venezuela: "Si trovi la strada della pace e dell'unità"