Venerdì 15 Gennaio 2016 - 21:00

Pa, Renzi: Licenziato in 48 ore chi timbra cartellino e se ne va

Il provvedimento sulla Pa mercoledì 20 dopo il voto in Senato al ddl Boschi

Stretta sui dipendenti pubblici in vista nel prossimo Cdm

"Tra i principi che giudico più interessanti, il licenziamento immediato di chi viene scoperto a timbrare il cartellino e poi se ne va (e se il dirigente non procede, licenziamo anche il dirigente!)". Così nella sua eNews il premier Matteo Renzi, annunciando il Consiglio dei ministri di mercoledì 20 sulla pubblica amministrazione, che sarà in notturna dopo il voto sul ddl Boschi. "Ci sono centinaia di migliaia di persone perbene - aggiunge - che vengono infangate dai truffatori: è l'ora di farla finita. In arrivo anche novità sulle partecipate, sulla riduzione dei corpi di polizia e soprattutto sui tempi di autorizzazione e di concessione dei permessi".

I cosiddetti 'fannulloni' della pubblica amministrazione "stanno distruggendo la credibilità della stragrande maggioranza che lavora per bene - ha aggiunto il premier intervistato dal Tg5 -. Ora c'è il pugno di ferro. Mercoledì in Consiglio dei ministri faremo la nostra proposta di norma con il licenziamento entro 48 ore e il dirigente che non procede tempestivamente rischia lui stesso. Basta con questo atteggiamento insopportabile". "Non li chiamerei fannulloni, ma truffatori", ha rimarcato Renzi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo Genova, i vigili del fuoco proseguono ispezione area ponte

Genova, Mit e Autostrade nel mirino. Pressing per dimissioni Ferrazza

Bufera sull'architetto alla guida della commissione d'inchiesta del ministero

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, M5S: "Forza Italia e Pd hanno favorito i concessionari autostradali"

Per i pentastellati "sono stati proprio i governi di centrodestra e centrosinistra a costruire un sistema insano"

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Governo all'opera: studia 'piano Giorgetti' e dialoga con Fi

La proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "Non riguarderà solo autostrade e ponti ma anche le scuole. Sarà un'operazione di manutenzione senza precedenti"

Genova, crollo Ponte Morandi: Matteo Salvini sul luogo del disastro

Autostrade, l'ipotesi nazionalizzazione agita il governo e la Lega

Fa discutere anche il voto del Carroccio, nel 2008, a favore della conversione del decreto 'Salva Benetton'