Martedì 18 Luglio 2017 - 13:15

Ostuni, salvano bimba dal mare: padre e gestore lido annegano

I due non sarebbero riusciti a riemergere dalle onde

Viareggio, Ritrovato il corpo del ventenne disperso in mare

Nuova tragedia alla spiaggia del Pilone a Ostuni, in provincia di Brindisi. Intorno alle 10 di questa mattina una famiglia inglese stava facendo nella spiaggia libera vicina al lido Bosco Verde. La bambina di 11 anni e il nonno non riuscivano più a tornare riva. Per cercare di salvarli, si sono tuffati il padre della ragazzina, di 48 anni, e un dipendente dello stabilimento balneare lido Bosco Verde, Martino Maggi, di 51 anni.

I due uomini sono riusciti a portare a riva la bambina e il nonno, ma loro non ce l'hanno fatta. É subito scattato l'allarme ma il personale della capitaneria di porto, dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della polizia locale, che sono accorsi sulla spiaggia e hanno pattugliato lo specchio di mare di fronte al Pilone, non sono riusciti a salvarli. Del tutto vani si sono rivelati anche i tentativi di rianimare i due uomini da parte del personale del 118.

L'area è stata pattugliata dall'alto anche da un elicottero dei vigili del fuoco. Le motovedette hanno soccorso anche altre persone coinvolte nel tenativo di salvataggio, che faticavano a tornare a riva. "Quel tratto di costa purtoppo non è nuovo a questo gernere di tragedie - spiega il capitano Giuseppe Chiarelli, della capitaneria di porto di Brindisi - e specialemente quando c'è maestrale (oggi soffia a 10 nodi, ndr.) si creano correnti che portano i bagnanti al largo, mettendoli in difficoltà".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Palermo, nuovo sbarco di migranti al porto: 241 sono bambini

"In Europa e Italia donne e bambini a rischio sfruttamento"

Il rapporto di Save the Children. Nel nostro paese nel 2016 le vittime sono state 1.172

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Milano, 7mila euro per falsi permessi di soggiorno: in carcere 're delle trans'

Secondo gli investigatori, Biagio Lomolino era a capo di un giro di prostituzione dei trans sudamericane nel capoluogo lombardo