Lunedì 20 Novembre 2017 - 17:00

Ostia, Picca attacca Di Pillo: "Sua vittoria sporcata dai clan"

Il giorno dopo il ballottaggio la candidata del centrodestra attacca: "M5s ha perso il 17% dei consensi"

M5S, Giuliana Di Pillo incontra la stampa al Pontile di Ostia

"'L'effetto Raggi' esiste, ma è positivo". Luigi Di Maio esulta. A Ostia la pentastellata Giuliana Di Pillo supera, come da pronostico, la rivale del centrodestra Monica Picca e il candidato premier M5S esulta.

"Il risultato di oggi dimostra che i cittadini non credono più alla propaganda contro le nostre giunte e contro il MoVimento. Ostia dimostra anche che siamo capaci sia di battere la cosiddetta sinistra che la cosiddetta destra, anche quando sono al massimo della loro forza e coalizzate. In questo caso erano 5 liste di centrodestra tra cui Forza Italia, Noi con Salvini e Fratelli d'Italia, ma neppure tutti insieme ce l'hanno fatta", mette nero su bianco su Facebook. Il prossimo obiettivo del leader M5S è quindi palazzo Chigi: "Mancano 15 settimane alle elezioni politiche. Da oggi Giuliana sarà al lavoro per i cittadini del decimo municipio. Noi per proiettare l'italia nel futuro. Forza!", scrive, mentre Beppe Grillo si affretta a rilanciare le sue parole sul blog.

"Il nostro impegno sarà quello di riavvicinare alla politica le persone, ricostruire un legame di fiducia reale. Nel X Municipio, nella Regione Lazio, in Italia", gli fa eco Roberta Lombardi, candidata alla Pisana. La neo minisindaca si dice pronta ad affrontare la sfida: "Il #Decimoriparte con i cittadini e per i cittadini, all'insegna dell'onestà e della voglia di cambiamento. L'effetto MoVimento 5 Stelle sul territorio c'è stato e ci ha fatto vincere, così come l'effetto Raggi, che è stato determinante. Ora ci aspetta una grande responsabilità e un compito importante: ristabilire la fiducia dei cittadini nelle istituzioni, dopo lo scioglimento del Municipio per mafia e i due anni di commissariamento. Questa vittoria dimostra che, correndo da soli, uniti dall'esclusivo interesse per la collettività, si vince contro destra e sinistra - dice - Siamo la prima forza del territorio. I cittadini onesti si sono ripresi il governo locale". Non è d'accordo, però, la sua avversaria.

"La realtà di oggi è comunque rappresentata dall'amaro calice di una vittoria sporcata dai clan e che vede un calo dei grillini di ben 17 punti percentuali, praticamente un crollo - attacca Picca - Il cosiddetto 'Movimento' poi non ha vinto da solo ma con i voti della sinistra, di Casapound e della lista De Donno. Una convergenza di interessi in grande stile che comunque non ha scalfito il 40% conseguito dal centrodestra". 

Loading the player...
Scritto da 
  • Nadia Pietrafitta
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Melendugno, protesta anti-Tap

Gasdotto Tap, inammissibile l'emendamento per arrestare chi entra nei cantieri

Lo stop in commissione Bilancio. Il M5S: "Era l'ennesimo abuso della politica che calpesta le comunità per favorire le lobby"

Vittorio Emanuele III, l'arrivo delle spoglie al santuario di Vicoforte

Vittorio Emanuele III, storia di un re indeciso: dal fascismo alle leggi razziali

Regnò sul nostro Paese per 40 anni. All'inizio fu liberale e aperto. Ma nel 1922 aprì le porte a Mussolini e, poi alla dittatura e alle sue nefandezze. Le sue spoglie a Vicoforte per motivi umanitari

Assemblea Dems

Centrosinistra, Orlando richiama a unità, ma critica nome Grasso in Leu

Il candidato premier di Liberi e Uguali a distanza promette un "programma di cambiamento"

Ginocchiata all'arbitro: il Millennial scelto da Renzi lascia la direzione Pd

Gianluca Vichi si scusa ma critica la stampa: "Accanimento eccessivo nei miei confronti"