Lunedì 20 Novembre 2017 - 01:30

Ostia, Giuliana Di Pillo (M5S) è la nuova minisindaca (59,6%). Centrodestra sconfitto

L'affluenza alle urne è stata del 33,6%. Battuta Monica Picca: "Ha vinto con i voti di Casa Pound"

Ostia, chiusura campagna elettorale ballottaggio per presidente municipio

Giuliana Di Pillo (Movimento 5 Stelle) è la nuova "minisindaca" di Ostia. Ha sconfitto la candidata del centrodestra Monica Picca. A scrutinio concluso (183 sezioni su 183) Di Pillo sfiora il 60% (59,60%) dei voti distanziando l'avversaria ferma al 40,40%. I voti validi sono stati 59.887, 2.064 le schede bianche e 425 quelle nulle. Di Pillo ha ottenuto 35.691 voti mentre Monica Picca ne ha avuti 24.196.

L'affluenza, alle 23, alla chiusura dei seggi, è stata del 33,6% in calo rispetto al 36,1% del primo turno. Hanno votato 62,378 cittadini su 185.661 aventi diritto. L'affluenza, alle 19, era del 26,38%, pari a 48.977 elettori,  mentre alle 12 aveva votato l'8,6%, pari a 15.968 elettori.

"È La vittoria di tutti i cittadini e della voglia di rinascita. Grazie di cuore! #decimoriparte", è il tweet con cui Giuliana Di Pillo ha annunciato la sua vittoria. Di Pillo, 55 anni, insegnante di sostegno all'Istituto Fanelli, ha ricevuto subito i complimenti della sindaca di Roma, Virginia Raggi: "Cittadini tornano protagonisti. Brava @Giulianadipillo! i romani sono con noi e per il cambiamento #decimoriparte".

Loading the player...

Molto dura la presa di posizione di Monica Picca che accusa gli avversari di aver vinto grazie al voto di Casa Pound e della famiglia Spada: "All'Idroscalo, dove i Casa Pound sono fortissimi, hanno preso mille voti in più rispetto al primo turno". E a una domanda precisa se pensasse che i voti degli Spada fossero andati al Movimento 5 Stelle, la candidata sconfitta ha risposto: "Penso di sì".

 

I seggi di Ostia, dopo l'aggressione ai danni di un reporter di "Nemo" (la trasmissione Rai), per cui è stato arrestato Roberto Spada, sono stati sotto stretta vigilanza delle forze dell'ordine per garantire la regolarità della votazione. Al primo turno ha votato il 36,1% degli aventi diritto: la pentastellata Di Pillo il 5 novembre ha ottenuto il 30,21% delle preferenze; Picca, sostenuta da FdI, Lega e Forza Italia al primo turno ha conquistato il 26,68% dei consensi.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo Genova, i vigili del fuoco proseguono ispezione area ponte

Genova, Mit e Autostrade nel mirino. Pressing per dimissioni Ferrazza

Bufera sull'architetto alla guida della commissione d'inchiesta del ministero

Genova, crollo Ponte Morandi: le case evacuate della zona rossa sotto al ponte

Genova, M5S: "Forza Italia e Pd hanno favorito i concessionari autostradali"

Per i pentastellati "sono stati proprio i governi di centrodestra e centrosinistra a costruire un sistema insano"

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Governo all'opera: studia 'piano Giorgetti' e dialoga con Fi

La proposta del sottosegretario alla presidenza del Consiglio: "Non riguarderà solo autostrade e ponti ma anche le scuole. Sarà un'operazione di manutenzione senza precedenti"

Genova, crollo Ponte Morandi: Matteo Salvini sul luogo del disastro

Autostrade, l'ipotesi nazionalizzazione agita il governo e la Lega

Fa discutere anche il voto del Carroccio, nel 2008, a favore della conversione del decreto 'Salva Benetton'